dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 marzo 2017

Top Gear, anche in America cambia il cast. E' crisi?

La versione "a stelle e strisce" non se la passa bene: a partire dal 2017 nuovo trio al timone

Top Gear, anche in America cambia il cast. E' crisi?
Galleria fotografica - Top Gear USA, cambio alla conduzioneGalleria fotografica - Top Gear USA, cambio alla conduzione
  • William Fichtner - anteprima 1
  • William Fichtner - anteprima 2
  • Tom \
  • Tom \
  • Antron Brown - anteprima 5
  • Antron Brown - anteprima 6

Da noi e un po' in tutto il mondo, se dici Top Gear dici "Clarkson, Hammond e May". Questo ormai nonostante il trio non sia più alla guida del programma britannico già da diverso tempo e abbia addirittura iniziato una nuova avventura su Amazon Prime Video con The Grand Tour. Da quel momento le cose per la BBC non sono più state le stesse: la prima edizione UK senza i presentatori "storici" è stata un fiasco. Un insuccesso di pubblico che ha portato all'abbandono di Chris Evans (quello che doveva essere il "mattatore") e al conseguente "rimpasto", che ora vede Matt LeBlanc, Chris Harris e Rory Reid al timone della nuova edizione (qui il trailer ufficiale). Ma neanche anche la versione "a stelle e strisce" del programma se la passa bene. L'edizione "made in USA" non ha mai riscosso più di tanto il favore del pubblico e ora, per cercare di tirare su gli ascolti, la produzione annuncia un imminente cambio alla conduzione. Dopo quasi cinque anni il cast viene rinnovato: arrivano William Fichtner (attore famoso in Italia per la serie TV Prison Break, ma anche per le sue parti in Il Cavaliere Oscuro, Armageddon, Pearl Harbor e altri film), Tom Ford, giornalista che ha lavorato per Fifth Gear, CAR Magazine e attualmente per Top Gear Magazine, e infine Antron Brown, campione di drag race nella NHRA's Top Fuel.

I tre conduttori prendono il posto di Tanner Foust, Rutledge Wood e Adam Ferrara, protagonisti dello show dal 2010. Una mossa, quella della BBC Worldwide, necessaria a tamponare le perdite e gli scossoni che il brand Top Gear sta accusando un po' in tutto il mondo. Batoste iniziate con il licenziamento di Jeremy Clarkson e l'abbandono di Richard Hammond e James May (da molti considerati la vera "incarnazione" dello spirito del programma) e continuate con la concorrenza fatta proprio da questi ultimi con The Grand Tour. E mentre le versioni "nazionali" di Top Gear faticano a ingranare (in Italia la seconda stagione è incerta), un altro colosso come Netflix sta mettendo a punto un programma automobilistico declinato per i vari Paesi. Top Gear, insomma, non ha mai avuto una concorrenza così serrata e così poche "armi" con cui difendersi: che sia l'inizio della fine?

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , top gear


Top