dalla Home

Videogame

pubblicato il 17 marzo 2017

Dossier Pit Game

Gran Turismo Sport, lo abbiamo provato in anteprima [VIDEO]

Uscirà tra qualche mese in esclusiva su PS4 e offre un alto livello di coinvolgimento grazie ai visori Sony VR

Galleria fotografica - Gran Turismo SportGalleria fotografica - Gran Turismo Sport
  • Gran Turismo Sport - anteprima 1
  • Gran Turismo Sport - anteprima 2
  • Gran Turismo Sport - anteprima 3
  • Gran Turismo Sport - anteprima 4
  • Gran Turismo Sport - anteprima 5
  • Gran Turismo Sport - anteprima 6

E' stato annunciato nel 2015 e ora finalmente sta per arrivare sugli scaffali. E' Gran Turismo Sport, uno dei giochi più attesi dell'anno, che noi di OmniAuto.it abbiamo potuto provare in anteprima in occasione di LET'S PLAY, il festival del videogioco di Roma. Il nuovo capitolo del videogioco di guida più famoso al mondo questa volta si fa "in tre", perché non solo è giocabile tramite joypad o tramite volante e pedaliera, ma è anche abbinabile ai visori Sony VR per un'immersione totale. Va da sé che, per un coinvolgimento reale, il livello di dettagli dev'essere al massimo e da questo punto di vista Gran Turismo Sport sembra non deludere affatto. Si parte dal motore grafico, che riproduce in maniera fedeli gli effetti luce e i riflessi sui vetri e sulla carrozzeria delle auto; il motore fisico, poi, è in grado di seguire i movimenti del volante e di riprodurre gli effetti di beccheggio e rollìo. E poi c'è il comparto sonoro, davvero eccellente per quanto riguarda i più piccoli rumori, come ad esempio quelli di attrito.

In altre parole, dopo un po' ci si dimentica di guidare un'auto virtuale. E, proprio parlando di auto, questo Gran Turismo Sport offrirà una gamma molto ampia di bolidi tra cui scegliere. Non solo vetture stradali, insomma, ma anche "originali", cioè disegnate e progettate in esclusiva per questo gioco. Tra la tante, poi, ci sarà persino la nuovissima Fittipaldi EF7, che abbiamo visto dal vero al Salone di Ginevra. La data di uscita del nuovo Gran Turismo Sport ancora non è stata ufficializzata ma quello che si sa, al momento, è che sono stati confermati 19 circuiti e che, per la prima volta, i giocatori potranno cimentarsi in campionati certificati nientemeno che dalla FIA. Un gioco, insomma, che si preannuncia adatto sia ai giocatori meno "impegnati", ancora fedeli al joypad, sia a quelli che amano i simulatori più avanzati e che, con l'uso del visore VR, cercano un'esperienza più totalizzante.

Autore: Redazione

Tag: Videogame , videogiochi


Top