dalla Home

Test

pubblicato il 14 marzo 2017

Porsche Panamera 4 E-Hybrid, veloce più che sportiva [VIDEO]

Le prestazioni non si discutono, ma rispetto alla 4S il peso aumenta di oltre 300 kg...

Galleria fotografica - Nuova Porsche Panamera 4 E-HybridGalleria fotografica - Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 1
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 2
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 3
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 4
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 5
  • Nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid - anteprima 6

Non è lunga, è lunghissima: più di 5 metri. Ed è anche ibrida. Come se non bastasse, ha un motore a sei cilindri, ma non il boxer bensì un V6: ecco perché è difficile “qualificarla” come Porsche. Eppure non solo lo è, ma non è nemmeno la prima: chi conosce il marchio tedesco sa che questa è la seconda Panamera ibrida plug-in. Migliorano prestazioni ed efficienza, ma resta un dubbio da chiarire: questa è una macchina che punta più sul razionale o sulla passione? Di seguito la risposta.

Com’è

“Ha qualcosa in comune con la 918 Spyder”: la sera prima della prova, gli ingegneri che l’hanno progettata mi ingolosiscono con questa frase. Quel qualcosa è il motore elettrico del sistema E-Hybrid, alimentato da un pacco di batterie al litio da 14,1 kW/h (posizionato sotto al bagagliaio) e capace di erogare 136 CV e 400 Nm di coppia. Numeri molto promettenti, abbinati ai 330 CV del V6 2.9 biturbo a benzina e al totale di CV: 462 CV. Detto della meccanica, l’estetica è praticamente identica a quella della altre Panamera, ad eccezione di qualche dettaglio: badge e dettagli, di colore verde acceso, sono disseminati un po’ ovunque, pinze dei freni comprese. Quanto all’abitacolo, è difficile chiedere di più perché lo spazio abbonda in ogni direzione e tutto è studiato per essere a portata di mano e facile da usare, per tutti. Come da tradizione, la qualità dei materiali, dell’assemblaggio e delle finiture è al top.

Come va

Carico al pensiero che qui sotto c’è qualcosa della 918, mi metto alla guida. Ben presto capisco però che questa non è una macchina pensata per il divertimento. Il che ci sta se si pensa che è un’ibrida plug-in, ci sta un po’ meno dato che comunque ha il marchio Porsche. In ogni caso, la Panamera 4 E-Hybrid spinge sempre e anche abbastanza forte, ma la sensazione è di una risposta fin troppo “morbida”. Almeno in modalità Sport mi sarei aspettato un po’ di cattiveria in più, almeno per distinguere la Panamera dalle concorrenti di Audi A8, BMW Serie 7 e Mercedes Classe S. Le cose non cambiano tanto nel misto, dove la tedesca ti fa capire di non voler essere maltrattata: lo sterzo è poco comunicativo i 320 kg di peso in più rispetto a una Panamera 4S si sentono tutti, in modo particolare nei cambi di direzione (molto alti, invece, i limiti di tenuta in appoggio). Scarso inoltre il feeling col pedale del freno: il recupero di energia (appena si rilascia il gas e nella prima parte della corsa del pedale il generatore interagisce con l’impianto), rovina uno dei punti di forza storici di ogni Porsche. Piacere di guida qui sopra significa altro: godersi per esempio la capacità delle sospensioni di appiattire ogni genere di buca e avvallamento, mentre il motore elettrico permette di viaggiare - per circa 35/40 km nell’uso reale - in un silenzio surreale. Senza inquinare (non allo scarico almeno) e senza dover lasciare la macchina in garage quando ci sono i blocchi del traffico. Un lusso.

Curiosità

Ogni Porsche è un oggetto speciale: anche la Panamera 4 E-Hybrid, quindi, si può andare a ritirare direttamente in fabbrica (ma non a Zuffenhausen, bensì a Lipsia). Il costo? 1.012 euro, che diventano 1.323 se decidete di farvi dare istruzioni di guida in movimento da un esperto della Casa; il tutto, viaggio ed eventuale pernottamento esclusi, ovviamente.

Quanto costa

La Panamera E-Hybrid è disponibile in versione “normale”, da 5,05 metri e 2,95 di passo, oppure a passo lungo (Executive), 5,2 metri e 3,1 metri di passo. I prezzi? Da 111.522,01 e 119.208,01 euro rispettivamente (siate fiduciosi, il centesimo di euro ve lo dovrebbero scontare). Non mancano ovviamente numerosissime possibilità di personalizzazione per i colori, i materiali degli interni, fino all’asse posteriore sterzante, che costa parecchio - 2.098,40 euro - ma rende molto più agile la tedesca.

La scheda

Porsche Panamera 4 E-Hybrid
Prezzo: 111.522 euro
Potenza: 462 CV
Consumo medio (dichiarato): 2,5 l/100 km
Emissioni CO2: 56 g/km
Autonomia in elettrico (dichiarata): 51 km
Velocità massima: 278 km/h
0-100 km/h: 4,6 secondi (con pacchetto Sport Chrono)

Scheda Versione

Porsche Panamera 4 E-Hybrid
Nome
Panamera 4 E-Hybrid
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
lusso
Carrozzeria
3 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Porsche , auto europee , auto ibride


Listino Porsche Panamera

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
4 E-Hybrid Executive 4x4 elettrico 462 2.9 4 € 120.916

LISTINO

 

Top