dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 marzo 2017

Le donne che “fanno” l’automobile, ieri e oggi

Seat ha ricordato com’è cambiato il loro lavoro negli ultimi 50 anni

Le donne che “fanno” l’automobile, ieri e oggi
Galleria fotografica - Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donneGalleria fotografica - Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 1
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 2
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 3
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 4
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 5
  • Seat, la fabbrica di Martorell vista dalle donne - anteprima 6

Il mese di Marzo è quello dedicato alle donne e, proprio in occasione della giornata di Festa dell’8, Seat ha pensato di ricordare quanto e come le donne lavorano in un settore convenzionalmente maschile come quello dell’auto. L’anno scorso noi stessi eravamo stati in Spagna, nello stabilimento di Martorell, dove il 21% dei lavoratori è donna (una percentuale doppia rispetto alla media) e i ruoli ricoperti sono oggi di ogni genere: dalla catena di assemblaggio al marketing, passando per l’ingegneria (qui il video). Rispetto a 50 anni fa non è così strano per una donna lavorare in un ambiente altamente maschile, ma come dimostra la testimonianza di Aurea López, assunta in Seat nel 1969, le cose iniziarono a cambiare proprio a quel tempo.

Aurea venne assunta nell’anno in cui Seat arruolò ben 600 dipendenti donne, il numero al femminile più alto mai registrato fino ad allora. Si occupava di cucire i tappetini della 1500, ma ben presto - grazie al suo ottimo lavoro e alle doti organizzative - venne spostata alla catena di assemblaggio e resa responsabile di un team. “Ho insegnato io agli uomini a cucire”, ricorda. Da allora la fabbrica è molto cambiata. Oggi è uno dei siti più all’avanguardia in Europa e il Gruppo Volkswagen ha creduto e investito molto in questo stabilimento, che occupa più di 2,8 milioni di metri quadri (l’equivalente di 400 campi da calcio) e produce circa 400.000 auto ogni anno (tra cui la Seat Leon e la Audi Q3, inoltre dal 2018 si occuperà della produzione della Audi A1). "Com'è cambiata la fabbrica è impressionante. Non ho mai visto niente del genere”, ha detto Aurea López visitando lo stabilimento insieme ad una giovane dipendente. Rispetto al passato, infatti, l’età delle donne che iniziano a lavorare qui è rimasta più o meno la stessa (circa 20 anni).

Le donne che lavorano in Seat

Seat celebra le donne nella giornata dell'8 marzo.

Autore:

Tag: Curiosità , Seat , donne motori , produzione


503 Service Unavailable

Error 503 Service Unavailable

Service Unavailable

Guru Meditation:

XID: 3506691847


Varnish cache server

Top