dalla Home

Attualità

pubblicato il 8 marzo 2017

Italdesign Zerouno, un sogno per 5 collezionisti

La coupé sancisce l’esordio della Italdesign Automobili Speciali, divisione specializzata in auto su misura

Italdesign Zerouno, un sogno per 5 collezionisti
Galleria fotografica - Italdesign ZerounoGalleria fotografica - Italdesign Zerouno
  • Italdesign Zerouno - anteprima 1
  • Italdesign Zerouno - anteprima 2
  • Italdesign Zerouno - anteprima 3
  • Italdesign Zerouno - anteprima 4
  • Italdesign Zerouno - anteprima 5
  • Italdesign Zerouno - anteprima 6

Italdesign dà inizio alla produzione in serie limitata di vetture per collezionisti e lancerà entro fine 2017 i primi cinque esemplari della Zerouno, coupé ad alte prestazioni realizzata in fibra di carbonio ed equipaggiata con un motore aspirato V10 da 5.2 litri. La Zerouno è la prima auto costruita dalla divisione Italdesign Automobili Speciali, interna all’azienda, che in questo modo si affranca dalla “semplice” progettazione e raggiunge un ambito più industriale: secondo quanto anticipato al Salone di Ginevra, dove la Zerouno è stata mostrata in anteprima, dal reparto usciranno ogni 18-24 mesi vetture speciali in tiratura limitata. Italdesign vuole dimostrare in questo modo di poter curare tutte le fasi che portano alla nascita di un’auto, dallo studio fino al trattamento dei materiali, rivolgendosi a una fascia molto ristretta di collezionisti. La Zerouno è omologata per l’utilizzo su strada, ma in opzione si può ordinare il pacchetto Corsa riservato alla pista.

Due punti di vista per la carrozzeria

La Italdesign Zerouno è stata disegnata sotto la supervisione di Filippo Perini, responsabile del centro stile dell’azienda, che ha voluto differenziare la parte inferiore della carrozzeria da quella superiore: le linee sono più morbide dal tetto fino alla linea dei vetri, ma diventano più tese e scolpite dagli specchietti in giù. La presenza delle vistose appendici sul frontale e delle rientranze nelle fiancate hanno precisi ragioni aerodinamiche: l’aria entra dalle feritoie laterali e facilita il raffreddamento degli organi interni, ad esempio, o si infila dal cofano anteriore e schiaccia l’auto verso il suolo, regalandole così maggior stabilità quando viene guidata in maniera sportiva. Un elemento di stile comune a tutte le Italdesign Automobili Speciali sarà la mascherina di forma esagonale, introdotta nel 2016 con il prototipo GTZero e ripresa da tutti i modelli che verranno lanciati prossimamente. La Zerouno è lunga 4,84, larga 1,97 e alta 1,20 metri.

Cerchi monodado e sedili in fibra per quella da pista

L’aspetto ricercato della carrozzeria viene messo in risalto dalle luci a led, che flottano grazie alla spinta dell’aria e migliorano così il passaggio delle correnti. I fanali sono montati all’interno di ali mobili sia davanti che dietro. La Italdesign Zerouno si avvale di freni in materiale composito, terminali di scarico in titanio e ruote da 20 pollici, disegnate per migliorare il raffreddamento dell’impianto frenante. La plancia, i pannelli delle portiere e il tunnel centrale sono costruiti in fibra di carbonio, materiale scelto anche per la carrozzeria. In opzione si può ordinare però il pacchetto Corsa, riservato a chi vuole guidare la Zerouno solamente in circuito, che introduce sedili monoscocca in fibra di carbonio, cerchi in lega monodado e un’ala posteriore da competizione. A livello tecnico si trovano il motore V10 5.2 da 610 CV, il cambio doppia frizione a 7 marce e le quattro ruote motrici. Per lo 0-100 km/h bastano 3,2 secondi, mentre la velocità massima è di 330 km/h.

Italdesign, Airbus Pop.Up e Zerouno | Salone di Ginevra 2017

Italdesign e Airbus hanno presentato in anteprima mondiale Pop.Up, il primo sistema di trasporto modulare, completamente elettrico. Accanto, c'è la Zerouno, la coupé che sancisce l’esordio della Italdesign Automobili Speciali ovvero la divisione specializzata in auto su misura.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , autoaccessori


Top