dalla Home

Live

pubblicato il 7 marzo 2017

Salone di Ginevra, Marchionne: "La Fiat Panda lascerà Pomigliano"

Servono due nuove Alfa, ma la Giulietta forse non si farà. La globalizzazione? Il più grande problema politico di oggi

Salone di Ginevra, Marchionne: "La Fiat Panda lascerà Pomigliano"

L’affaire PSA-Opel tiene banco anche durante la tradizionale conferenza stampa tenuta da Sergio Marchionne a margine del Salone di Ginevra. Ma si è parlato anche di politica industriale sul filone dell’attualità politica americana (con il Presidente Trump che fa di tutto per disincentivare la delocalizzazione) e ovviamente di prodotto, dalle prossime Alfa Romeo alla nuova Panda che sarà costruita all’estero, come tutte le future “piccole” del Gruppo.

Gi stabilimenti italiani produrranno solo auto “premium"

“Nel nostro Paese siamo in grado di fare auto ben più complesse della Fiat Panda”. Poche parole che riassumono bene il senso della strategia industriale dei prossimi anni, peraltro preannunciata da tempo. Gli stabilimenti italiani di FCA si concentreranno nella produzione di Alfa Romeo e Maserati, sicché la futura generazione della Panda prevista per il 2020 non sarà più assemblata a Pomigliano, dove arriveranno le Alfa Romeo. Probabilmente uno dei futuri due nuovi modelli che Marchione ritiene “indispensabili”, uno più grande ed uno più piccolo della Stelvio, “ma non so se rifaremo mai la Giulietta”, ha aggiunto. Sempre a proposito di Alfa Romeo, Marchionne si è detto orgoglioso del lavoro fatto con Giulia e Stelvio specificando che i veri risultati arriveranno nel 2018-2019, quando la commercializzazione sarà a regime in tutto il mondo.

Tavares? E' un ottimo Chèf

A proposito della vendita di Opel a PSA, Marchionne giudica positivamente i fatti delle ultime ore con la riserva di verificare come l’operazione si evolverà alla luce delle complessità del Vecchio Continente in materia di sovraccapacità produttiva. Nell’elogiare l'operato della top manager PSA Carlos Tavares, Marchionne ha aggiunto che PSA attuerà necessariamente una forte politica di efficientemento dell’azienda, che è peraltro già una specialità del manager portoghese. Quanto alle ripercussioni per FCA, la vendita di Opel rende inevitabilmente meno interessante un eventuale fusione con General Motors ma questo non significa che l’operazione non si possa fare comunque, anche perché l’esigenza e la ricerca di un partner globale rimane sul tavolo. Non è invece facile, per sua stessa ammissione, dare una risposta al futuro delle strategie di globalizzazione dell’industria dell’auto. Per le “Big three” che producono negli Stati Uniti è certa l’esigenza di concentrarsi sul mercato americano riconsiderando molte scelte. “Noi abbiamo la fortuna di essere un Gruppo globale, presente in vari paesi e che quindi ha una discreta flessibilità - ha aggiunto Marchionne -. La globalizzazione ha comunque un problema di comunicazione: non riusciamo a far capire che può avere un impatto positivo sulla vita delle persone ed è per questo il più grande problema politico dei nostri tempi”.

Scheda Versione

Fiat Panda
Nome
Panda
Anno
2012
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Live , Fiat , ginevra


Listino Fiat Panda

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 69cv E6 Pop anteriore benzina 69 1.2 4 € 11.300

LISTINO

1.2 69cv E6 Easy anteriore benzina 69 1.2 4 € 12.050

LISTINO

1.2 69cv E6 Lounge anteriore benzina 69 1.2 4 € 13.150

LISTINO

0.9 TwinAir Turbo 85cv E6 S&S Easy anteriore benzina 85 0.9 4 € 13.550

LISTINO

1.2 69cv EasyPower E6 Easy anteriore GPL 69 1.2 4 € 14.050

LISTINO

1.3 Mjt 95cv S&S E6 Easy anteriore diesel 95 1.2 4 € 14.500

LISTINO

0.9 TwinAir Turbo 85cv E6 S&S Lounge anteriore benzina 85 0.9 4 € 14.650

LISTINO

1.2 69cv EasyPower E6 Lounge anteriore GPL 69 1.2 4 € 15.150

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top