dalla Home

Attualità

pubblicato il 6 marzo 2017

Opel passa a Peugeot per 2,2 miliardi di euro

Il gruppo PSA diventa così il secondo costruttore di auto in Europa

Opel passa a Peugeot per 2,2 miliardi di euro

Il gruppo PSA, quello che fa capo ai marchi Peugeot, Citroen e DS, ha raggiunto un accordo per comprare Opel a 2,2 miliardi di euro. L'accordo prevede il pagamento da parte dei francesi di 1,32 miliardi di euro per i marchi Opel e Vauxhall (650 milioni "cash" e 670 milioni in Warrant PSA a cinque anni) e di altri 900 milioni di euro (assieme a PNB Paribas) per il ramo finanziario di Opel, GM Financial. Con l'acquisizione di Opel da parte di PSA viene così a crearsi il secondo gruppo automobilistico d'Europa, con una quota di mercato che al momento è al 16% a livello continentale contro il 24% della capolista Volkswagen.

Con questa vendita General Motors cede il controllo di Opel che deteneva dal lontano 1931 e lo lascia al gruppo PSA che è di proprietà a quote paritarie (13,68%) della famiglia Peugeot, dello stato francese e della cinese Dongfeng. Lo scopo di questa importantissima acquisizione è quello di ridurre i costi di sviluppo dei nuovi modelli condividendo piattaforme, progettazione e impianti produttivi arrivando a produrre utili dal 2020. Al perfezionamento della vendita mancano al momento alcuni dettagli tecnici di non poco conto come ad esempio un accordo sui modelli Opel da fornire per la realizzazione dei modelli australiani marchiati Holden e quello cinesi con il brand Buick. A questo si aggiunge la necessità di trovare un accordo condiviso sulla gestione dei fondi pensione dei lavoratori Opel e Vauxhall e l'ok da parte delle autorità antitrust.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto europee


Top