dalla Home

Attualità

pubblicato il 1 marzo 2017

Noleggio a breve termine, Italia da record

Il nostro Paese è la meta più gettonata da chi prende l’auto in affitto

Noleggio a breve termine, Italia da record

Si chiama "noleggio a breve termine delle auto" ed è sinonimo di libertà e viaggi: dura un weekend o qualche giorno, talvolta qualche settimana. Giusto il tempo di una splendida vacanza girando in macchina, senza avere il pensiero di perdere un treno o di aspettare un qualsiasi altro mezzo. Ma gli europei che prendono un’auto a noleggio a breve termine dove vanno? La domanda se l’è posta Happy-Car, il motore di comparazione prezzi di auto a noleggio più grande in Europa, che ha preso in analisi i dati raccolti durante tutto il 2016, per studiare le tendenze di viaggio degli italiani e confrontarle con quelle di spagnoli, tedeschi, francesi e olandesi.

Italia superstar

Analizziamo prima le tendenze di viaggio dei nostri connazionali: l’Italia risulta la destinazione preferita con il 60,9% delle prenotazioni totali, seguita da Spagna (12,3%) e Grecia (10,1%). Nel 2016, da noi, si è inoltre registrato un notevole ribasso dei prezzi di noleggio rispetto al 2015: il costo medio giornaliero lo scorso anno era di 19,44 euro, un buon 19,9% in meno rispetto ai 24,26 euro pagati in media dagli italiani nel 2015. Le prenotazioni registrate da Happy-Car hanno rivelato come i turisti di Spagna, Francia, Germania e Olanda prediligano l’Italia. Le prenotazioni che riguardano il Belpaese costituiscono il 12,3% del totale in Olanda, il 10,4% in Francia, il 9,5% in Germania e l’8,3% in Spagna, e interessano in particolar modo Sicilia e Sardegna. Scendendo in dettaglio, Catania è la prima scelta di olandesi e tedeschi, mentre al primo posto in Francia c’è Cagliari; questo sta ad indicare una preferenza per aree turistiche balneari. Molte sono invece le prenotazioni di noleggio fatte dagli spagnoli nella città di Bergamo, grazie anche alle numerose compagnie aeree low cost che la collegano a diverse città della Spagna.

Prezzi: buone notizie

In materia di prezzi del noleggio c’è una riduzione del 19,9% rispetto all’anno precedente: da 24,26 euro nel 2015 a 19,44 euro nel 2016. Osservando la classifica delle 10 destinazioni preferite dagli italiani, quasi tutte all’interno dei confini nazionali, 8 su 10 hanno mostrano prezzi più convenienti rispetto al 2015. Solamente Roma e Cagliari hanno riportato un incremento di prezzo nel 2016, rispettivamente del 4,8% e 10,7%. Va comunque ricordato che sulla tariffa incidono diversi elementi contrattuali: ci sono clausole specifiche (come le franchigie) che scattano in caso di incidente o furto. Più alte sono queste penalità, inferiore il prezzo.

Uomo, 40enne: l’utente medio

Nel 2016, in Italia, il maggior numero di prenotazioni di auto a noleggio proviene da utenti compresi nella fascia di età dai 35 ai 44 anni. Da sottolineare anche la prevalenza di utenti uomini, con ben il 75,8% di prenotazioni sul totale rispetto al 24,2% del pubblico femminile. E la durata del viaggio risulta in media aumentata del 7%, passando da 6,6 a 7,1 giorni. Italiani e spagnoli (6,2 giorni per 21,46 euro al giorno) sono gli utenti che tendono a risparmiare di più, seguiti da tedeschi (7,6 giorni per 26,60 euro quotidiani), francesi (8 giorni per 28,37 ogni 24 ore) e olandesi (ben 32,81 euro per 8,3 giorni).

Ma le cose possono migliorare

Rammentiamo comunque che non è tutto oro quello che luccica. Esiste il problema dei furti, specie al Sud. L’analisi territoriale del fenomeno nel 2015 rivela come questo sia quasi esclusivamente concentrato in 5 Regioni, a decisa vocazione turistica e strategiche anche per la clientela business, in cui avviene il 90% degli episodi criminali: su tutte la Campania (33% dei furti totali), seguita da Puglia (26%), Sicilia (13%), Lazio (10%) e Lombardia (8%). A Napoli, la più colpita da furti di auto a noleggio d’Italia, si concentra il 94% degli episodi criminali registrati in Campania, a Roma il 94% del Lazio, 9 sottrazioni su 10 in Sicilia avvengono a Catania e lo stesso accade anche con Milano che detiene il primato indiscusso degli episodi in Lombardia con il 90%. Più diffusa è la piaga sul territorio pugliese, dove a essere bersagliate sono i veicoli che circolano nel triangolo Bari-Foggia-Battipaglia. Con inevitabili ripercussioni su prezzi e penalità.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , noleggio


Top