dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 25 gennaio 2008

Le Volvo "sotto zero"

200.000 km nel circolo polare artico a -40 gradi

Le Volvo "sotto zero"
Galleria fotografica - Volvo S80 winter testingGalleria fotografica - Volvo S80 winter testing
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 1
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 2
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 3
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 4
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 5
  • Volvo S80 winter testing - anteprima 6

E' risaputo che guidare con la neve richiede un'attenzione particolare, ma anche la vettura in questione deve essere capace di affrontare simili situazioni. Per questo i Costruttori, prima di lanciare nuovi modelli sul mercato, fanno accurati test in condizioni climatiche che definire estreme è dire poco, come testimoniano i Winter Testing sostenuti da Volvo nei paesi scandinavi.

La prima parte di questi test, svolti tra dicembre e aprile, avviene virtualmente attraverso delle simulazioni al computer. La seconda fase invece prevede che l'auto superi delle prove "reali", ma in condizioni atmosferiche "fittizie", un pò come in galleria del vento. Tuttavia i test in laboratorio non bastano, "consentono di ottenere le risposte ad ogni tipo di domanda, ma soltanto attraverso i test su strada è possibile ottenere le risposte a domande che neanche si immaginavano", ha detto Thomas Presson, a capo della divisione testing di Volvo.

E' accaduto, ad esempio, che la Volvo S80 abbia rivelato un problema proprio nel corso dei suoi test on the road. Se nella galleria del vento, durante una tempesta di neve simulata, non si erano verificati intoppi, in una tempesta "autentica" nel circolo polare artico svedese si è notato che la particolare forma dell'antenna (a pinna di squalo) faceva in modo che si formasse uno scudo di neve e ghiaccio sul lunotto posteriore che impediva la visibilità. Si è così deciso di fare in modo che su questo modello l'attivazione del radiatore diventasse automatica.

Durante questo periodo di verifiche su strada le auto percorrono in tutto 200 mila chilometri, divisi tra percorsi autostradali di pubblico accesso e strade riservate al Costruttore. Oltre alla Volvo S80 anche la XC70 è alla prova. Al volante ci sono test drivers di ogni genere: uomini e donne di età diverse, professionisti e non... perché così le performance del veicolo possono essere valutate da punti di vista completamente diversi tra loro.

Se poi le condizioni metereologiche sono troppo "buone" e le temperature troppo miti, le vetture vengono messe "a dormire" in appositi garage a -40 gradi. Grazie a questo escamotage la mattina è possibile testarne l'avviamento. "La sfida più grande è quella di riuscire a far funzionare correttamente tutti i componenti della vettura nello stesso momento, come se le condizioni atmosferiche fossero normali", ha sottolineato Presson. "Non ci aspettiamo che gli automobilisti affrontino sempre simili bufere, ma test come questi rendono le auto pronte a tutto e più sicure".

Galleria fotografica - Volvo XC70 winter testingGalleria fotografica - Volvo XC70 winter testing
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 1
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 2
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 3
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 4
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 5
  • Volvo CX70 winter test - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , sicurezza stradale


Top