dalla Home

Tuning

pubblicato il 24 gennaio 2008

Fireballed! Racing MINI Cooper S da 478 Cv

Idolatrare la MINI by BMW può significare volerne fare una piccola Veyron

Fireballed! Racing MINI Cooper S da 478 Cv
Galleria fotografica - MINI Cooper S Fireballede! RacingGalleria fotografica - MINI Cooper S Fireballede! Racing
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 1
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 2
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 3
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 4
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 5
  • MINI Cooper S Fireblade Racing - anteprima 6

Diciamocelo! La Mini sta avendo un successo anche troppo spropositato rispetto a quelle che sono le lecite aspettative. Mini dappertutto, di tutti i colori, con tutte le personalizzazioni, le fuoriserie della Carrozzeria Castagna (la Miniwagon e la Tender), le versioni limousine, specie di mega-wurstel con le ruote, le Cabrio e, ora, le Clubman. Per non parlare delle John Cooper Works ipervitaminizzate e super-potenti. Ci vuole, insomma, qualcosa di veramente dirompente per creare qualcosa di sensazionale.

Ecco la questione: super-potenti. In Canada ci sono molti tuner specializzati nella preparazione di queste vetture. L'approccio è curioso, romantico: arrivare ad avere il proprio "cucciolo". Fireballed! Racing, ad esempio, propone ai clienti di dare un nome alla propria Mini. E' importante, quindi, capire la loro personalità e come deve essere la loro auto.

Brian White, ad esempio, ha deciso di chiamarla "widow", vedova. La spiegazione è semplice: "è l'ultima auto con cui vorresti aver a che fare su strada. E' un'auto in grado di rovinarti! Ed è perfetta per un giro in pista, per una passeggiata in centro città, per un Salone dell'auto" - spiega Brian.

Cercando di utilizzare il più possibile la componentistica originale e ponendosi come obbiettivo il miglioramento della vettura e di tutte le sue parti, la Fireballed! Racing ha pensato a come realizzare una Mini che esprimesse pienamente il carattere di Brian.

Ne è uscita una Mini con 478 cavalli di potenza massima (esattamente lo stesso valore di una Ferrari F40), ottenuti spremendo l'impossibile dal piccolo motore 4 cilindri 1.6 sovralimentato. Nonostante lo scarso spazio a disposizione, i tecnici della Fireballed! Racing sono riusciti a ottimizzare tutti i componenti: nuovi pistoni, nuovi condotti di aspirazioni, nuova testata, nuova centralina, nuovo turbocompressore fornito dalla Garrett.
Per riuscire a scaricare a terra tanta potenza, inoltre, è stata montata una nuova frizione e un nuovo differenziale autobloccante. Il cambio è rimasto quello di serie, a 6 marce.
Naturalmente è stato adeguato anche l'assetto: nuovi ammortizzatori regolabili Bilstein, nuove barre antirollio. Ci sono, inoltre, dischi freno più grandi e cerchi da 18 pollici con canale da 8.

Esternamente, il Jet black originale del catalogo Mini è rimasto il medesimo ma, ovviamente, la piccola bomba tedesca dispone di nuove prese d'aria e appendici aerodinamiche per l'ottimizzazione dei flussi (tra cui uno spoiler inferiore in fibra di carbonio). L'abitacolo, esclusi un paio di indispensabili manometri per il controllo della pressione del turbo e del sistema di iniezione, è rimasto praticamente immutato.

Ma non è finita: sembra che questo tornado in formato mignon, stia per ricevere una nuova cura ricostituente. L'obbiettivo è di sfondare abbondantemente i 500 cavalli di potenza.


[Via - Eurotuner]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , Mini , tuning


Top