dalla Home

Test

pubblicato il 20 febbraio 2017

Nuova Honda Civic, si è data allo sport [VIDEO]

Rivoluzionata nel design e nella meccanica, resta una delle più originali del segmento C

Galleria fotografica - Nuova Honda Civic 2017Galleria fotografica - Nuova Honda Civic 2017
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 1
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 2
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 3
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 4
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 5
  • Nuova Honda Civic 2017  - anteprima 6

Data di nascita: 1972, due anni prima della Golf. La Honda Civic è un pezzo di storia dell'auto e, con questa, è arrivata a dieci generazioni. Rivoluzionata più volte, per la verità non sempre con successo, di sicuro non è mai stata una macchina banale. E banale non lo è nemmeno l'ultima, questa. Costruita su una piattaforma completamente nuova e dotata di motori a benzina del tutto inediti per Honda, si inserisce in un segmento difficile ed affollato, quello della Golf.

Com'è

Diversa. Dalla vecchia ma anche dalla media: la nuova Civic la riconoscerete al volo, quando la incrocerete per strada, perché non ce ne sono molte di macchine con un muso così schiacciato, solcato nella parte bassa da grandissime prese d'aria. Non è da meno il posteriore, con enormi griglie nere nel paraurti, il doppio spoiler, lo scarico doppio al centro (ma non su tutte le versioni) e i montanti inclinati come sulle coupé. Il design è molto muscolare anche sulla fiancata, grazie ai passaruota in evidenza e al tetto che scende verso la coda. La Civic numero 10 è nuova soprattutto dove non si vede: nel telaio e nei motori. Quanto al primo, se hai guidato la vecchia ti rendi subito conto che qualcosa è cambiato, perché sei seduto più in basso (di 3,5 cm), a vantaggio dell'abbassamento del baricentro e - almeno per gli appassionati - della sensibilità di guida. Come è stato ottenuto un cambiamento tanto significativo? Spostando il serbatoio, che prima era sotto ai sedili davanti, tra asse posteriore e sedili. Riprogettate anche le sospensioni, McPherson davanti e Multilink dietro. I motori? Per ora ce ne sono solo due, a benzina e turbo: 1.0 tre cilindri da 129 CV e 180 Nm di coppia; 1.5 da 182 CV. Verso fine anno arriverà il diesel 1.6 da 120 CV. Per il resto, l'interno si conferma uno dei più spaziosi e se è vero che ha perso molto della sua originalità, ha guadagnato nella qualità dei materiali.

Come va

Hanno fatto bene i giapponesi a cambiare la piattaforma della Civic, che ora non è solo più comoda di prima - soprattutto sulle buche più secche, che prima causavano qualche rimbalzo di troppo - ma si lascia anche guidare meglio. La nuova Civic è veloce almeno quanto la vecchia nei cambi di direzione, offre tanto grip in appoggio e non ha problemi di motricità anche in uscita dalle curve più strette. La giapponese è sui livelli delle migliori del segmento C, come Ford Focus, Mazda3 e Opel Astra. Il motore più interessante per il mercato italiano, almeno fra i due inizialmente disponibili, è il 1.0 da 129 CV. Ed è proprio su questo che mi sono concentrato: detto che da Honda mi aspetto il massimo, quando si parla di motori, sono rimasto un po' deluso dall'insonorizzazione e dalle vibrazioni. Il classico suono metallico si sente distintamente fra 2.500 e 4.000 giri, così come le vibrazioni. Sia chiaro: nulla che comprometta il comfort generale, ma ci sono 3 cilindri più "morbidi" di questo. In compenso, la spinta è buona da 1.800 giri fino a oltre 5.500, supportata da un cambio dagli innesti secchi e precisi. Ovviamente una macchina che ha sempre puntato sulla tecnologia non può non offrire, di serie o a pagamento, i più avanzati sistemi di assistenza alla guida. Ci sono per esempio la frenata automatica d'emergenza, l'avviso di abbandono involontario di corsia, il cruise control adattivo e il riconoscimento della segnaletica stradale.

Curiosità

Con 478 litri di bagagliaio, la nuova Civic "straccia" la concorrenza: la Golf (una a caso) si ferma a 380. Non ci si deve dimenticare però che la Civic è lunga 4,52 metri, cioè circa 25 cm in più della tedesca. Non solo: siccome il serbatoio è stato spostato dietro ai sedili posteriori, purtroppo non ci sono più i Magic Seats, i sedili "magici" che sembravano sparire nel pavimento trasformando la Civic in un furgone.

Quanto costa

22.500 euro la base, cioè la Comfort con motore mille. Non poco, se si pensa che la Golf, sempre mille, parte da poco più di 20.000 euro. Ma la giapponese ha un dotazione di serie già abbastanza ricca. Meglio comunque puntare sulla Elegance, 24.500 euro, che tra gli altri offre il sistema Honda Connect con Android Auto ed Apple Car Play, la telecamera posteriore, il vivavoce Bluetooth, i cerchi in lega da 17" e gli abbaglianti ad attivazione automatica.

La scheda

Versione provata: 1.0 Executive Premium
Prezzo versione provata: 28.500 euro
Potenza: 129 CV
Quanta CO2 emette: 117 g/km
Consumo medio: 5,1 l/100 km
Accelerazione 0-100 km/h: 11,2 secondi

Scheda Versione

Honda Civic
Nome
Civic
Anno
2017
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Adriano Tosi

Tag: Test , Honda , auto giapponesi


Listino Honda Civic

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.0 T-VTEC Comfort anteriore benzina 129 1 5 € 22.500

LISTINO

1.0 T-VTEC Comfort Navi anteriore benzina 129 1 5 € 23.250

LISTINO

1.0 T-VTEC Comfort CVT aut. anteriore benzina 129 1 5 € 23.800

LISTINO

1.0 T-VTEC Elegance anteriore benzina 129 1 5 € 24.500

LISTINO

1.0 T-VTEC Comfort Navi CVT aut. anteriore benzina 129 1 5 € 24.550

LISTINO

1.0 T-VTEC Elegance Navi anteriore benzina 129 1 5 € 25.000

LISTINO

1.0 T-VTEC Elegance Navi CVT aut. anteriore benzina 129 1 5 € 26.300

LISTINO

1.5 T-VTEC Sport anteriore benzina 182 1.5 5 € 26.900

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top