dalla Home

Curiosità

pubblicato il 23 gennaio 2008

Anche le donne potranno guidare in Arabia Saudita

Secondo il The Daily Telegraph la caduta dello storico divieto è imminente

Anche le donne potranno guidare in Arabia Saudita

Donne al volante? Dalle nostre parti se ne parla per fare dell'ironia circa le capacità di guida, smentite tra l'altro dalle statistiche delle compagnie assicuratrici sul tasso di incidentalità. In altri paesi del mondo invece, costituiscono un vero e proprio tabù: alle donne è vietato guidare per legge.

Accade in paesi di religione islamica come l'Arabia Saudita, dove tale divieto è stato indetto dalla famiglia reale nel lontano 1932. Il motivo? Rientra fra le numerose discriminazioni per sesso legate al rispetto rigoroso della dottrina wahabita (un'interpretazione fondamentalista del Corano). Tanto per intenderci alle donne non è consentito andare in bicicletta, pernottare in albergo non accompagnate e nemmeno prendere il taxi.

La notizia di queste ore riportata dal The Daily Telegraph è che almeno sul fronte della mobilità automobilistica qualcosa sta cambiando, grazie alle crescenti proteste in favore dell'emancipazione: a breve le donne potrebbero conseguire la patente e guidare regolarmente. Secondo quanto dichiarato da Abdulaziz bin Salamah, un deputato del ministero dell'informazione, "la decisione è stata presa dalla Casa Reale perchè viene riconosciuto che se le donne hanno frequentato la scuola dagli anni '60, hanno anche la capacità di stare dietro al volante una volta cresciute"...

L'annuncio ufficiale dovrebbe arrivare entro poche settimane e per l'Arabia Saudita segnerà una tappa importante nel lungo percorso delle riforme liberali caldeggiate dalla Comunità Internazionale, ma soprattutto dal popolo.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top