dalla Home

Test

pubblicato il 17 febbraio 2017

Audi A4 allroad quattro, la prova tutta in una notte [VIDEO]

Sei ore nelle tenebre della 20quattro ore delle Alpi. Ad aiutarci c'è la 3.0 TDI da 272 CV

Audi A4 allroad quattro, la prova tutta in una notte [VIDEO]
Galleria fotografica - Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017Galleria fotografica - Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 1
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 2
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 3
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 4
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 5
  • Audi A4 allroad quattro alla 20quattro ore delle Alpi 2017 - anteprima 6

Audi organizza la seconda edizione della 20quattro ore delle Alpi e per la seconda volta OmniAuto.it è presente alla gara endurance di regolarità con un massacrante e spettacolare turno di guida notturna, dalle 23:00 del 15 febbraio alle 05:00 del 16 febbraio 2017. La tappa è la terza su quattro, quella di oltre 280 km che va da San Bernardino in Svizzera a Madonna di Campiglio (TN), praticamente un lampo nella notte della 24 ore organizzata da Audi Italia secondo i regolamenti F.I.A. e ACISPORT. Le cinque auto in gara sul filo dei secondi sono cinque Audi A4 allroad quattro motorizzate con il 3.0 TDI da 272 CV, ovviamente la trazione integrale quattro e il cambio automatico tiptronic a 8 marce. Questo mix, combinato con l'assetto rialzato di 23 mm, è ideale per affrontare una prova simile che prevede 1.392 km di strade alpine dal Sestriere (TO) a San Cassiano (BZ) senza mai spegnere il motore. Insomma, l'auto è calda e bisogna partire senza perdere neanche un secondo.

3.0 TDI, un motore per ogni occasione

Dopo un primo assaggio di neve soffice in un apposito slalom a San Bernardino devo già affrontare i passi alpini più alti e panoramici come il Bernina visto sotto la luce di un ultimo quarto di luna che rende quasi irreale il paesaggio innevato dei 2.328 metri di quota. Mi piacerebbe tanto fermarmi e respirare per un attimo il silenzio e il freddo pungente di questo angolo dei Grigioni un tempo noto come la Repubblica delle Tre Leghe, ma il cronometro corre veloce e bisogna arrivare al prossimo controllo orario in tempo per non prendere penalità. Prima di arrivare qua in cima è stato il turno dell'altrettanto splendido Julierpass e di un tratto di curve ghiacciate che richiede tanta attenzione nella guida; è in queste situazioni più difficili che apprezzo la coppia e la potenza generosa del V6 turbodiesel, la trazione integrale permanente quattro con differenziale centrale autobloccante e i fari a LED matrix che illuminano al meglio la notte e seguono la strada in maniera adattiva senza abbagliare le altre auto.

Una notte di guida senza problemi

Questa terza tappa sembra quasi infinita perché di notte perdo un po' il senso del tempo e solo i controlli orari mi riportano alla realtà di quella che è una gara a tutti gli effetti. A ricordarmelo c'è anche un navigatore d'eccezione che legge le note del roadbook senza sbagliare un colpo e dimenticando per una notte di essere un pilota coi fiocchi: è Vito Postiglione che oltre a correre nel Campionato International GT Open vanta una lunga serie di vittorie in Ferrari Challenge, Porsche Carrera Cup e Lamborghini Super Trofeo. I suoi consigli sulle medie da tenere nei vari tratti e il modo di affrontare le curve sono preziosi e mi aiutano a rimanere sveglio, assieme all'adrenalina che non può mancare in una situazione simile. La mia parte di 25 passi alpini prevede il passaggio dall'Aprica e dal Tonale dove c'è il penultimo C.O. e ne approfitto per sgranchire le ossa mentre il ghiaccio scricchiola sotto le scarpe.

6.690 km in 24 ore, no problem

L'ultima volata è verso una semi deserta Madonna di Campiglio alle 4:45 del mattino ed essendo sull'auto numero 1 arriviamo per primi al traguardo di tappa dove invece c'è un brulicare di camerman, organizzatori, la collega che mi sostituisce alla guida e qualcuno che finalmente mi accompagna all'albergo per un breve sonno. Sono passate un paio d'ore, il sole è già alto e occorre andare a San Cassiano (BZ) per veder arrivare al traguardo finale le cinque Audi A4 allroad quattro che messe assieme hanno percorso 6.690 km alla media di 56,4 km/h e senza nessun problema tecnico. Scopro qui che la mia squadra è arrivata terza, ma non c'è posto per la delusione perché è già tempo della foto ricordo, piloti e navigatori in gruppo attorno a questa nuova A4 allroad quattro si dimostra una compagna di viaggio affidabile e versatile su ogni strada.

Audi A4 allroad quattro, il test alla 20quattro ore delle Alpi 2017

La nuova Audi A4 allroad quattro provata durante la 20quattro ore delle Alpi 2017, fra neve, ghiaccio, passi alpini e tante curve, tutto in una notte.

Scheda Versione

Audi A4 allroad quattro
Nome
A4 allroad quattro
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
Wagon
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Audi , auto europee , gare


Listino Audi A4

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.0 TDI 110kW quattro 4x4 diesel 150 2 5 € 43.600

LISTINO

2.0 TDI 110kW quattro Business 4x4 diesel 150 2 5 € 45.100

LISTINO

2.0 TDI 110kW quattro Busin.Evo. 4x4 diesel 150 2 5 € 46.050

LISTINO

2.0 TDI 140kW quattro 4x4 diesel 190 2 5 € 46.100

LISTINO

2.0 TDI 120kW quattro S tronic 4x4 diesel 163 2 5 € 46.850

LISTINO

2.0 TDI 140kW quattro Business 4x4 diesel 190 2 5 € 47.600

LISTINO

2.0 TDI 120kW quattro S tronic Business 4x4 diesel 163 2 5 € 48.350

LISTINO

2.0 TDI 140kW quattro S tronic 4x4 diesel 190 2 5 € 48.400

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top