dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 17 febbraio 2017

Ford Ranger, il ritorno del Principe

La casa dell’Ovale Blu tornerà a vendere negli USA un pick-up lungo poco più di 5 metri, fratello minore dei Serie F

Ford Ranger, il ritorno del Principe
Galleria fotografica - Ford Ranger 2019Galleria fotografica - Ford Ranger 2019
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 1
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 2
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 3
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 4
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 5
  • Ford Ranger 2019 - anteprima 6

Negli Stati Uniti i modelli più fortunati a livello commerciale sono da sempre i pick up. Questa tendenza si è confermata anche nel 2016, quando i Ford della Serie F hanno venduto in tutto 820.799 esemplari. La seconda e terza posizione nela calssifica di vendite sono state occupate dal Chevrolet Silverado (574.876 unità) e dai pick-up della RAM (489.418 unità), davanti alla berlina (pirima della auto) Toyota Camry, in flessione del 9,5% rispetto al 2015. La distanza in termini di unità vendute è generosa, segno che i grossi pick-up o truck, come vengono chiamati Oltreoceano, rimangono in testa nelle classifiche di preferenza degli automobilisti statunitensi, in virtù degli ampi spazi di carico e della notevole robustezza a livello meccanico. Ford intende consolidare il suo primato in termini di vendite rilanciando nel 2018 la nuova generazione del Ranger anche in USA, con la probabilità di vederlo come veicolo globale anche in Italia.

Torna negli Stati Uniti dopo 7 anni di assenza

Il Ranger sarà un modello fondamentale per l’azienda, in termini economici e di politiche industriali: verrà utilizzato come base per il SUV Bronco e tornerà negli Stati Uniti dopo 7 anni di assenza (l’ultima generazione è stata venduta fino al 2011), riportando, in USA, la Ford all’interno di una categoria dove oggi non è presente, ovvero quella dei pick up di lunghezza nell’ordine dei 5 metri, la stessa in cui si trova il Silverado e dove presto arriverà la variante con il cassone della Jeep Wrangler. Il suo aspetto noi lo ricostruiamo così, basandoci sulle informazioni in nostro possesso e sull’aspetto degli esemplari di test. Le linee saranno e massicce e un po' spigolose, come sui pick-up della Serie F, da cui verranno ereditate le linee squadrate e le luci anteriori a filo con la mascherina. Un elemento di stile ripreso dai Serie F sarà anche il taglio dei finestrini laterali anteriori, ribassato in corrispondenza degli specchietti laterali.

Motori anche a 4 cilindri e automatico a 10 marce

La meccanica del Ranger sarà più convenzionare rispetto ai Serie F, costruiti in alluminio, complice l’esigenza di tener bassi i costi d’acquisto e di riparazione: vetture di questo genere sono utilizzate in molte aree del Paese come automobili di tutti i giorni, quindi dovrà rivelarsi economico e facile da riparare. Sotto il cofano si troveranno anche motori a quattro o sei cilindri e l’efficienza d’utilizzo verrà garantita dal cambio automatico a 10 rapporti, come sul fratello maggiore F-150 e che porta il motore a lavorare su regimi inferiori quando le velocità di crociera sono costanti. Il Ford Ranger verrà costruito in Michigan e in altre parti del Mondo, complice la vocazione di auto globale, che lo porterà a raggiungere anche l’Asia, l’Australia e l'Europa.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Ford , rendering


Top