dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 febbraio 2017

Il Premio "Matita d'Oro 2016" è di Giorgetto Giugiaro

Il designer Italiano si è aggiudicato la prima edizione del riconoscimento assegnato dal MAUTO

Il Premio "Matita d'Oro 2016" è di Giorgetto Giugiaro
Galleria fotografica - Giorgetto Giugiaro vince il Matita d'Oro 2016Galleria fotografica - Giorgetto Giugiaro vince il Matita d'Oro 2016
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 1
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 2
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 3
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 4
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 5
  • Giorgetto Giugiaro vince il Matita d\'Oro 2016 - anteprima 6

Giorgetto Giugiaro ha vinto la prima edizione del premio "Matita d’Oro 2016", istituito dal Museo Nazionale dell’Automobile "Avv. Giovanni Agnelli" e che vuole celebrare i designer che nel corso del secolo scorso si sono distinti in maniera indiscutibile nel settore dell’auto. Una sorta di "Oscar" alla carriera per chi ha contribuito a colpi di successi e riconoscimenti internazionali a migliorare l’immagine e la funzionalità di una protagonista del ‘900. A partire dal 2016, ogni anno, il Museo assegnerà la "Matita d’Oro" a uno stilista che ha fatto la storia delle quattro ruote. Assieme a Giugaro la serata del MAUTO condotta Piero Chiambretti ha visto consegnare il Premio Speciale 2016 "Artista dell’Auto" ad Aldo Brovarone papà, tra le altre, di Dino Berlineta Speciale del 1965 e della Ferrari F40.

Quello a Giugiaro è un riconoscimento a un designer che ha saputo unire una grande creatività con la praticità ingegneristica necessaria a creare modelli che hanno spaziato dal successo popolare di Fiat Panda, Fiat Uno, Volkswagen Golf e Passat alla sportività e all’esclusività di Alfa Romeo Giulia Sprint GT e Bugatti EB 118; solo per citarne alcune visto che la firma di Giugiaro è impressa su oltre duecento modelli. Una carriera iniziata nei centri stile Fiat e Bertone e proseguita poi nell’Italdesign e che proprio il MAUTO ha deciso di far rivivere attraverso la mostra "Giugiaro e il suo percorso", con l’occasione prorogata fino al 12 marzo che, oltre a illustrare le creazioni più significative dello Stilista, ne vuole evidenziare gli spunti e gli stimoli che lo hanno reso un punto di riferimento per le Case auto più importati.

Autore: Francesco Stazi

Tag: Curiosità , premi


Top