dalla Home

Novità

pubblicato il 23 gennaio 2008

Lotus Exige Sprint

Solo quaranta esemplari per la piccola – grande supercar

Lotus Exige Sprint

Lotus è sa sempre sinonimo di grande leggerezza, un principio sancito dal fondatore Colin Chapman fin dalla nascita del marchio, avvenuta pochissimo dopo la Guerra. Grazie a questa semplice ma determinante caratteristica, diventa piuttosto semplice ottenere, nemmeno con motori ridondanti di potenza, un corpo vettura estremamente agile. Seppure con un pizzico di europeismo in più rispetto ad altre piccole vetturette inglesi, le Lotus sono ancora considerate auto in grado di uscire da quella dimensione strettamente artigianale e semi-sconosciuta della produzione britannica, fino a poter essere tranquillamente inserite nei normali listini ed essere "avvistate" con una certa frequenza sulle nostre strade. A questo livello, come loro, tra le supercar moderne, insomma, non se ne possono nominare altre!

A Hethel, culla odierna delle eccitanti vetture Lotus, la produzione iniziò nel lontano 1967, dopo due tappe produttive a Hornsey (sede del primo stabilimento) e a Cheshunt. Per celebrare l'inizio delle vicende del marchio britannico nel "paesello" dove ha sede una base della RAF (Royal Air Force), nasce la Lotus Exige Sprint, un'edizione eccezionalmente limitata della sportivissima Exige.

Verrà prodotta in appena 40 esemplari (tutti rigorosamente con guida a destra) e destinata esclusivamente al mercato inglese e irlandese. Si riconosce immediatamente per la particolare colorazione della carrozzeria, in omaggio alla Lotus Elan Sprint che qui iniziò la sua produzione nel 1971: parte inferiore in tinta Aspen White e parte superiore in, alternativamente in Solar Yellow o Persian Blue. A dividere queste due zone di colore, una fascia dorata, in classico stile Lotus, con serigrafato il nome del modello, un richiamo alle monoposto Lotus di F1 in nero e oro.

La Lotus Exige Sport esibisce, inoltre, un allestimento particolarmente ricco: Heritage Pack (consistente in un certificato firmato dall'attuale boss Mike Kimberley e nel libro The Lotus Book con la storia di tutta la produzione dello stabilimento di Ethehel), Performance Pack, Luxury Pack e Performance Pack, quest'ultimo un vero e proprio programma di tuning ufficiale per dare alla piccola coupé un carattere ancora più sportivo, da vettura da pista: da 0 a 100 km/h in 4 secondi, da 0 a 160 km/h in 6 secondi.

Scegli Versione

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Novità , Lotus


Top