dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 16 febbraio 2017

Dossier Come si Fa

Cura dell'auto, come proteggere pneumatici e plastiche esterne

Nella nostra guida vi spieghiamo come formare uno “scudo” contro le polveri sottili

Cura dell'auto, come proteggere pneumatici e plastiche esterne

Le città italiane sono sommerse di smog: il primo e più urgente problema riguarda la salute di tutti i cittadini. Tant'è vero che l'Unione Europea, visti i provvedimenti di scarsa efficacia (vedi i blocchi del traffico) vuole appiopparci una mega-multa di un miliardo di euro. Però esiste anche un guaio per le vetture, che si sporcano molto facilmente, aggredite dalle polveri sottili. Cosa che fa soffrire ancora di più chi è innamorato della propria macchina. La soluzione magica non esiste, tuttavia c'è qualche precauzione che si può adottare per proteggere gli pneumatici e le plastiche esterne (e no, il rimedio giusto non è quello di lasciare sempre il veicolo chiuso nel box!).

Tre dritte

#1. Gomme. Prima serve il lavaggio fai-da-te o in automatico; dopodiché, gli pneumatici possono essere protetti (e fatti splendere ancor più) utilizzando salviettine specifiche (prodotti a base di silicone), da passare (anche con una certa forza) sulla superficie laterale della gomma. Insomma, sul fianco, così da lucidarlo e tutelarlo contro agenti atmosferici, fango, polvere della strada. In questo modo eviterete di sporcare il cerchione o la carrozzeria.

#2. Come fare. Tenendo in mano la confezione delle salviettine umidificate, sollevate l'etichetta, estraete una salviettina dal pretaglio. Al volo (così che il prodotto non secchi nemmeno un po'), passate il "foglietto" sulla spalla dello pneumatico fino a bagnarla del tutto. Quindi, lasciate asciugare. È tutto riutilizzabile fin quando c'è il liquido impregnante nella salviettina stessa. In genere, è un panno per pneumatico.

#3. Plastiche. Sempre dopo il lavaggio, una volta effettuata la "protezione" degli pneumatici, potete passare alla creazione di uno "scudo" per fascioni, modanature e dettagli in plastica (non verniciata) per renderli lucidi. Attenzione: utilizzare prodotti specifici di qualità (come le salviettine inumidite) che trovate anche nei supermarket. Non solo: questi prodotti potranno pure rallentere l'invecchiamento e lo sbiancamento dovuto ai raggi del sole e, in vista dell'estate, faranno anche da "corazza" contro la salsedine. Già che ci siete, date anche una passata al pannello tra parabrezza e cofano e ai canalini del tetto. Di solito lo stesso panno è utilizzabile per più parti dell'auto (ma solo per uno pneumatico).

Protezione ambientale

A proposito di aria malsana e di salute di chi la respira, le salviettine che vi abbiamo consigliato non sporcano: a differenza degli spray e degli aerosol, non si volatilizzano particelle di silicone nell'ambiente. Ovviamente, una volta utilizzate, vanno gettate negli appositi contenitori per la raccolta differenziata (idem la confezione che li contiene).

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top