dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 10 febbraio 2017

Seat Arona, ha (la) Ibiza nel cuore

Il crossover arriverà nel 2017 e avrà molti elementi in comune con la berlina, a partire dalle linee esterne

Seat Arona, ha (la) Ibiza nel cuore
Galleria fotografica - Seat Arona, il renderingGalleria fotografica - Seat Arona, il rendering
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 1
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 2
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 3
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 4
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 5
  • Seat Arona, il rendering - anteprima 6

Quali elementi hanno in comune un’isola delle Baleari e una cittadina sulle sponde del lago Maggiore? Ad oggi nessuno, complici le distanze in termini geografici e culturali, ma nel corso dell’anno Ibiza e Arona stringeranno un curioso gemellaggio, basato sulle economie di scala e non su argomenti di natura turistica. A tirare i fili della collaborazione penserà Seat, che lancerà entro fine 2017 un crossover di lunghezza contenuta, la Arona, basato sulla Ibiza ed equipaggiato con i suoi motori. L’operazione è analoga a quella già messa in atto per la Ateca (realizzata a partire dalla Leon), nel solco di una logica ormai comune a tutte le case automobilistiche: i cambi, i motori e la base costruttiva sono modulari e si possono facilmente adattare per modelli anche molto diversi, come in questo caso una berlina a cinque porte e un crossover lungo circa 4,20 metri.

Forme da Ibiza, dettagli da crossover

La parentela fra le Ibiza e Arona sarà evidente anche in termini di stile, come appare dalla nostra ricostruzione grafica, basata sulla Ibiza e sugli esemplari di test fotografati per strada (qui le foto spia). La Seat Arona riprenderà il carattere sportiveggiante della berlina, quindi troveremo i fanali anteriori dalle linee appuntite, le due vistose nervature sulla fiancata e la grossa presa d’aria sul frontale, che trasmette all’auto una maggiore impressione di sportività. Chi acquista un crossover di questa tipologia (la stessa delle Fiat 500X e Renault Captur) si aspetta però determinati elementi di stile, a partire dalle appendici a contrasto sugli archi passaruota, che i disegnatori della Seat non hanno certo dimenticato: anche sulla Arona verranno ripresi le protezioni a contrasto sotto i paraurti, l’assetto rialzato ed i cerchi in lega maggiorati.

Sarà anche a trazione integrale?

In lunghezza la Arona dovrebbe guadagnare una manciata di centimetri rispetto alla Ibiza (4,06 metri), per assestarsi sui valori della concorrenza e vedere incrementare la misura del bagagliaio: sulla berlina è ampio 355 litri, più delle automobili di pari ingombri, quindi il baule del crossover potrebbe avvicinarsi ai 400 litri complessivi. A livello tecnico le novità rispetto alla Ibiza saranno ancora più contenute, in nome della massima condivisione: la Seat Arona adotterà quindi la base costruttiva MQB A0, i motori a benzina e gasolio di ultima generazione e il cambio automatico doppia frizione a 7 marce, in alternativa ai più tradizionali 5 o 6 rapporti di tipo manuale. L’unica vera incognita riguarda la trazione integrale, che dovrebbe essere disponibile in opzione, nonostante molte automobili di questa categoria abbiano solo la trazione anteriore.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Seat , auto europee , rendering


Top