dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 febbraio 2017

Honda CBR1000RR 2017, il ritorno della Fireblade

Dopo tanti anni si rinnova il top di gamma sportivo Honda, una moto estrema ma sempre godibile

Honda CBR1000RR 2017, il ritorno della Fireblade

C'era molta attesa per la nuova Honda CBR1000RR 2017, una moto ampiamente annunciata e presentata in forma ufficiale al salone Intermot di Colonia nella versione SP, poi seguita dalla standard all'EICMA di Milano. Fin dal primo momento ha calamitato gli sguardi perchè è probabilmente una delle sportive Honda più belle mai realizzate. OmniMoto.it ha avuto la possibilità di provarla in anteprima sul bellissimo circuito di Portimao. Premessa: è difficile trovare dei veri difetti a queste supersportive moderne, che sono tanto estreme nelle prestazioni quanto facili da guidare e docili nell'erogazione ai bassi regimi. Fra tutte, però, la CBR si è sempre distinta come quella capace di dare più confidenza al pilota, senza costringerlo in una posizione troppo racing e accompagnandolo con un motore e una ciclistica sempre sinceri e sfruttabili anche su strada.

La filosofia di questo modello, nata nel 1992, è un po' fuori dal coro considerando le rivali di categoria, che sono delle vere e proprie race replica con oltre 200 CV. Qui la corsa alle superpotenze si ferma, perchè con 192 CV è la meno potente di questa generazione, ma allo stesso tempo la più facile da spingere al limite. Vi invitiamo a leggere la prova (qui l'articolo), ma vi anticipiamo che secondo il tester di OmniMoto.it la nuova Fireblade pecca di alcuni piccoli difetti di gioventù come un ABS un po' troppo invasivo e un sistema anti-impennata un po' datato e che interviene spesso. Peccati veniali sicuramente dovuti alla novità del progetto rifatto interamente da zero, che non tolgono valore ad una moto che pur essendo la più veloce ed estrema CBR di sempre, mantiene quelle caratteristiche che hanno reso il modello un successo del mercato.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , moto


Top