dalla Home

Tuning

pubblicato il 21 gennaio 2008

Aston Martin DB9 by Mansory

Per il tuner tedesco il fascino inglese non basta mai...

Aston Martin DB9 by Mansory
Galleria fotografica - Aston Martin DB9 by MansoryGalleria fotografica - Aston Martin DB9 by Mansory
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 1
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 2
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 3
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 4
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 5
  • Aston Martin DB9 by Mansory - anteprima 6

La sfida con la perfezione è sempre aperta, specie per elaboratori come Mansory. Anche se il design delle automobili prodotte da Aston Martin venga considerato come straordinario e difficilmente migliorabile, il tuner tedesco non è riuscito - ancora una volta - a resistere alla tentazione, realizzando una speciale versione della DB9 Coupè e Volante.

Dopo gli allestimenti realizzati da Mansory su base Vantage V8 e Vanquish, è venuto il momento di dedicarsi all'evergreen di Casa Aston, una sportiva che grazie al lavoro svolto dal preparatore, oltre all'eleganza, ha acquisito una fascino più accattivante ma senza volgarità.

I meticolosi interventi di Mansory, sia culla Coupè sia sulla Volante, si notano nel frontale dove la presa d'aria è ora di maggiori dimensioni, mentre lo spoiler inferiore sfoggia quattro fendinebbia installati ai lati estremi del paraurti. Nella vista laterale, oltre alle minigonne maggiorate, fanno bella mostra di sé i cerchi in lega da 20 pollici in alluminio, che mettono in risalto il nuovo impianto frenante della Brembo che vanta dischi anteriori da ben 405 mm e pinze freno a sei pistoncini, quattro al posteriore. Molto curato il posteriore, dove il doppio scarico dal design inedito fa da cornice ad un vistoso estrattore d'aria che sottolinea la vocazione racing di questa preparazione.

Altrettanta cura è stata dedicata anche agli interni, dove il chiaro/scuro del contrasto di colore deriva dall'abbinamento di legno di acero, oltre che di pellami color crema utilizzati per rivestire la parte centrale i sedili anteriori e posteriori. La tonalità di colore scura proviene invece dalla pelle nera usata per i sostegni laterali dei sedili, oltre che dal largo utilizzo di Alcantara per rivestire l'intero cruscotto ed il volante.

Autore: Redazione

Tag: Tuning , Aston Martin , tuning


Top