dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 febbraio 2017

Mercedes si prepara al futuro elettrico

La Stella produrrà le auto elettriche insieme al resto della gamma. Ecco dove e come

Mercedes si prepara al futuro elettrico
Galleria fotografica - Mercedes Classe B Electric Drive 2014Galleria fotografica - Mercedes Classe B Electric Drive 2014
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 1
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 2
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 3
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 4
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 5
  • Mercedes Classe B Electric Drive 2014 - anteprima 6

Le Mercedes elettriche, i modelli EQ, nasceranno sulle stesse linee di produzione delle altre auto della gamma: stessi standard qualitativi, flessibilità massima nei volumi. Ma facciamo un passo indietro: produrre auto di qualità, in grande quantità, è uno degli aspetti più complessi del lavoro di una Casa automobilistica. Si può anche avere il progetto migliore della storia, ma garantire che il prodotto finale arrivi al massimo delle sue potenzialità al cliente - garantendo nello stesso tempo dei margini di guadagno all’azienda - è un’altra storia. Mercedes, che da questo punto di vista non ha nulla da imparare, già diversi anni fa ha realizzato impianti produttivi capaci di sfornare contemporaneamente prodotti molto diversi tra loro, auto a benzina e a gasolio ed elettriche, per esempio. E proprio qui sta il punto.

Le EQ saranno prodotte in quattro continenti

Inizialmente, le auto elettriche del neonato marchio EV saranno prodotte solo in Europa, negli impianti tedeschi di Brema, Rastatt, Sindelfingen e in quello francese di Hambach. Potenzialmente, però, stabilimenti dislocati in quattro Continenti sono in grado di produrre auto elettriche; decisioni in tal proposito verranno prese in base alla dinamica della domanda. Del resto, l’integrazione dell’auto elettrica nelle linee di produzione di auto con motore a combustione non è certo una novità: avviene dal 2007 con la Smart ED e, dal 2014, con la Mercedes Classe B Electric Drive (diventata nel frattempo B250 e).

Sempre più elettriche nei prossimi anni

Ovviamente, visto che per i prossimi anni la quota di auto a batterie è data in grande crescita, intensi programmi di formazione dei dipendenti sono già in corso un po’ ovunque nel mondo. La sfida è di grande portata: entro il 2025, la Stella lancerà 10 modelli a zero emissioni (allo scarico), dal segmento delle citycar ai grossi SUV, per una quota, sul totale delle vendite, che sarà compresa fra il 15 e il 25% (in verità si tratta di un delta piuttosto grande, a testimonianza della grande incertezza che ancora ruota attorno all’auto elettrica. Detto questo, per farsi trovare pronti oltre ogni ragionevole margine di incertezza, Mercedes ha messo a punto altre strategie chiave. La prima di queste è la TecFactory, che collega in modo quanto mai stretto i dipartimenti di design, sviluppo, acquisti, vendite e produzione. La seconda è EIC (Electric/Electronic Integration Center), che serve a predisporre le nuove piattaforme del Gruppo per le future sfide, come la guida autonoma e la massima flessibilità d’uso.

Autore:

Tag: Attualità , Mercedes-Benz , auto europee , auto elettrica , produzione


Top