dalla Home

Test

pubblicato il 6 febbraio 2017

Lamborghini Aventador S, italian twelve [VIDEO]

740 CV, 350 km/h e tante novità portate in dote dalla “S”. L’abbiamo provata in pista e su strada… nella terra dei tori!

Galleria fotografica - Lamborghini Aventador S CoupéGalleria fotografica - Lamborghini Aventador S Coupé
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 1
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 2
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 3
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 4
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 5
  • Lamborghini Aventador S Coupé - anteprima 6

Quando si cresce nella bassa modenese, a pochi chilometri da Sant'Agata Bolognese, l'udito è uno di quei sensi che si sviluppa subito da bambini, almeno per me. Ricordo ancora quando sentivo in lontananza il sibilo del motore e letteralmente saltavo le scale di casa della nonna per assistere allo spettacolare passaggio. E' sì, perchè al mondo esistono le auto, le auto sportive, poi le supercar, ma i V12 aspirati sono una razza a parte e quando accade che una Lamborghini si guadagna la S, allora vuol dire che qualcosa di spettacolare è avvenuto. Per scoprirlo sono andato a Valencia per domare la nuova Aventador S su strada e in pista, e gustarmi il canto del suo motore, ma soprattutto le migliorie che porta in dote...

Com'è

4 ruote motrici, 4 ruote sterzanti, 4 sospensioni attive e 4 modalità di guida. Questo è quello che la nuova Aventador S propone per alzare ulteriormente l'asticella della supercar, anzi, hypercar secondo Lamborghini. Come da tradizione infatti, la "S" porta aggiornamenti a 360°: è avvenuto in passato per Miura S, Islero S, Urraco S e Countach S e la magia si ripete con l'Aventador S che sostituisce la precedente coupé. Il V12 rimane (per fortuna lo stesso), ma guadagna 40 CV sfiorando ora di 740 puledri, con la potenza massima posta più in alto, a 8.500 giri (8.400 sulla carta), 250 giri in più di prima. Le prestazioni, considerando pure la coppia di 690 Nm a 5.500 giri/minuto, rimangono impressionanti: 350 orari di velocità massima, 0-100 coperto in 2'9" secondi, 0-200 in 8'8" e 0-300 in 24'2". Gestirla, almeno sulla carta potrebbe sembrare impegnativo, ma l'elettronica viene in aiuto con la trazione integrale con giunto Haldex di IV Generazione che distribuisce la coppia a seconda della modalità di guida: Strada con ripartizione 40 all'anteriore e 60 al posteriore, Sport 10/90 e Corsa 20/80. La vera novità rispetto al passato sono le 4 ruote sterzanti che hanno influenzato tutta la meccanica dell'Aventador, soprattutto lo sterzo, modifiche appena percettibili su strada, da approfondire in pista!

Come va

Prima di lanciarmi in pista in Lamborghini hanno allestito una comparativa molto speciale; inizialmente volevo solo salire a bordo, avviare i miei 12 amici e scatenarli sul circuito Ricardo Tormo, poi ho capito quando questo esercizio mi sarebbe servito. Un piccolo percorso con birilli e la possibilità di guidare la "vecchia" Aventador e la nuova S, una dopo l'altra: tanto è bastato per capire che in modalità "Strada" le quattro ruote sterzanti accorciano virtualmente il suo passo (di 2,7 metri) donandole una grande agilità, molto utile nello stretto o in città. In città? Esatto, me lo chiedo pure io, tutto ma non la città. Va bene farsi vedere e sfoggiarla con orgoglio, ma la visibilità è limitata e le dimensioni abbondanti, come le sue ambizioni, un mix che costringe a bramare la pista. Come ho fatto io. Ed è lì che ho capito che l'opzione "Corsa" la rende un missile terra-terra dedito alla guida pulita e alla massima velocità, per cui pure il tracciato iberico sembrava lento con lei. Con la "Sport" invece, quasi tutta la coppia va al retrotreno e le reazioni sembrano più sincere, così come le risposte a certe sovrasterzanti provocazioni risultano più omogenee. Lo sterzo è da interpretare ma la ampie possibilità di personalizzazione lo consentono, da qui il mio invito a guardarvi il nostro video dove vi spiegherò il mistero della modalità "EGO"... cliccare per sapere :)

Curiosità

Aventador è il nome di un toro, come da lunga tradizione Lamborghini, uno dei più valorosi visti nella corrida spagnola. Aventador apparteneva a don Celestino Quadri Vides che nel 1993 vinse il Trofeo de la Peña La Madroñera per aver dimostrato il suo "incredibile coraggio nel corso del combattimento".

Quanto costa

Anche in questo caso c'è da tenersi forte: il listino europeo della Aventador S parte da 281.555 euro, ma si parla di tasse escluse. Questo vuol dire, di conseguenza, che il prezzo è vicino ai 350.000 euro. Le prime consegne sono previste per la primavera 2017.

La scheda

Versione provata: Lamborghini Aventador S Coupé
Cambio: 7 marce sequenziale
Trazione: integrale
Consumo medio: n.d.
CO2: n.d.
0-100 km/h: 2,9 s
Velocità massima: 350 km/h

Scheda Versione

Lamborghini Aventador S Coupé
Nome
Aventador S Coupé
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Lamborghini , auto italiane


Top