dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 gennaio 2008

La Route 66 in smart e Mercedes Classe E

4.400 km mozzafiato, da Los Angeles a Detroit

La Route 66 in smart e Mercedes Classe E
Galleria fotografica - La Route 66 in smart e MercedesGalleria fotografica - La Route 66 in smart e Mercedes
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 1
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 2
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 3
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 4
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 5
  • La Route 66 in smart e Mercedes - anteprima 6

Cosa non è disposta a fare una Casa automobilistica per dimostrare l'efficienza e l'economicita dei suoi veicoli! In tempi di caro petrolio e presa di coscienza da parte di tutti che bisogna inquinare di meno, le iniziative dimostrative "speciali" si rincorrono. L'ultima è stata firmata dalla Mercedes che in occasione dell'apertura del Salone di Detroit, ha voluto dimostrare agli americani quanto si possa consumare poco sulle lunghe distanza guidando una smart fortwo e la sempreverde berlina Classe E, diesel ovviamente.

Partendo da Los Angeles, via Chicago, fino all'arrivo all'ingresso del NAIAS 2008, la flotta di tedesche composta da tre smart e una Classe E, hanno dato prova di consumi estremamente ridotti, specie se rapportati alla sete di carburante media delle auto Made in USA. Su un percorso complessivo di 4.400 chilometri, la smart fortwo mhd ha registrato un consumo medio di soli 4,8 litri per 100 chilometri, mentre le due smart fortwo cdi si sono accontentate di 3.9 litri per 100 chilometri; dal canto suo la berlina E 320 BLUETEC ha consumato soltanto 5,8 litri per 100 km.

Il viaggio fino a Detroit, partito dalla smarthouse di Venice, un distretto di Los Angeles, è durato sette giorni. La carovana ha attraversato i fantastici scenari della leggendaria Route 66, "la madre di tutte le strade" percorrendo autostrade solitarie, deserti innevati, valichi montani, strade dissestate e trafficate metropoli. Il tutto è stato condito dal freddo inverno nordamericano, ricco di abbondanti nevicate e temperature fino a -15°C che han reso le condizioni ambientali della lunga prova ancora più ardue ed impegnative. Ma per i driver protagonisti ne è sicuramente valsa la pena: navigare la fotogallery per credere!

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top