dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 gennaio 2017

Dossier Carburanti alternativi

Toyota, in fabbrica i muletti viaggiano a idrogeno

Per ora sono solo due, ma il numero è destinato ad aumentare

Toyota, in fabbrica i muletti viaggiano a idrogeno

Toyota con l’idrogeno non scherza. Oltre a produrre la Mirai (la berlina fuel cell) ora nelle fabbriche sono entrati in funzione due muletti alimentati proprio ad idrogeno. I due esemplari - ora operativi nell'impianto Motomachi Plant - rappresentano solo l’inizio di un processo che vedrà entro il 2018 venti unità operative e circa 170/180 verso il 2020. L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2 negli impianti di produzione e arrivare ad ultimare una fabbrica ad impatto zero.

Questi muletti portano dei vantaggi enormi: non solo non inquinano l’aria, ma producono anche energia elettrica tramite l’idrogeno. Questa caratteristica potrebbe essere sfruttata in casi di emergenza in cui non è disponibile la corrente. La peculiarità del motore ad idrogeno è proprio quella di riuscire a produrre energia elettrica tramite una reazione chimica (tra idrogeno e ossigeno). Combinando questi due elementi si ottiene solo acqua come prodotto. Se pensate che questi mezzi siano in qualche modo meno efficienti di quelli "tradizionali", vi sbagliate: riescono a sollevare fino a 2.5 tonnellate.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Toyota , dall'estero


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 16
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 17
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 20
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 26
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top