dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 16 gennaio 2008

Jeep Renegade Concept

La 4X4 ibrida che con un litro percorre più di 40 km

Jeep Renegade Concept
Galleria fotografica - Jeep Renegade conceptGalleria fotografica - Jeep Renegade concept
  • Jeep Renegade concept - anteprima 1
  • Jeep Renegade concept - anteprima 2
  • Jeep Renegade concept - anteprima 3
  • Jeep Renegade concept - anteprima 4
  • Jeep Renegade concept - anteprima 5
  • Jeep Renegade concept - anteprima 6

Se la prossima generazione di supercar verrà ricordata come "quella ibrida", lo stesso potrebbe accadere a quella delle multispazio e delle 4X4. Al NAIAS di Detroit infatti non è stata presentata soltanto la sportivissima Dodge Zeo concept ma anche la Chrysler EcoVoyager concept e la Jeep Renegade concept. Tre progetti di stile Chrysler che hanno dato forma a tre diverse interpretazioni del concetto di "ibrido".

La 4x4 del Gruppo, Jeep Renegade concept, proprio come gli altri due prototipi si evidenzia non per le sue caratteristiche estetiche ma per quelle tecniche. Questo concept infatti sogna di essere ricordato grazie ad un'alimentazione a batterie Li-Ion abbinate ad un motore BLUTEC il cui consumo di carburante potrebbe segnare il record di percorrenza di ben 45,6 km con appena un litro di carburante. Spinta da questo propulsore, Jeep Renegade concept può raggiungere una velocità massima di 144 kmh e passare da zero a 96.56 kmh in 8,5 secondi.

Jeep Renegade concept è stato disegnato "per essere resistente e divertente da guidare", ha detto Tony Shamenkov, responsabile del progetto. Il telaio è stato costruito in alluminio ed a bordo possono salire due persone che durante il viaggio apprezzeranno l'emozione di sentire il vento tra i capelli. La Jeep Renegade concept, infatti, è stata disegnata senza tetto e con una linea che elabora lo stile Jeep fino a gonfiarlo di carattere. Descritta in cifre la Renegade è lunga 3,88 metri, larga 1,59 m ed alta 1,43 m, con un passo che conta 2,58 metri.

Per gli interni sono stati scelti materiali eco compatibili, tutti derivati da sostanze naturali come ad esempio la soia. Una "precisa scelta che si allinea con la filosofia Jeep di armonia con la natura", ha precisato Shamenkov. La strumentazione invece esalta la tecnologia digitale e predilige linee futuristiche, forse ispirate alle plance delle vetture dei videogames. I sedili sono sportivi e riguardo ai dispositivi di sicurezza Jeep ha promesso "le migliori soluzioni".

Il Gruppo Chrysler al Salone di Detroit 2008

A Detroit tre variazioni sul tema dell'ecosostenibilità: Chrysler ecoVoyager, Dodge Zeo, Jeep Renegade.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Jeep , detroit


Top