dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 gennaio 2017

Triumph Street Scrambler, stile classico e personalità

Una delle novità più interessanti della nuova gamma, soddisfa nella guida su strada e strizza l'occhio all'avventura

Triumph Street Scrambler, stile classico e personalità

La moda a due ruote del momento porta un nome: Scrambler. In tanti marchi propongono la propria interpretazione, ma ad aver rilanciato la tendenza delle tuttoterreno vintage è stata Triumph, che ora evolve il concetto sviluppato su base Bonneville e presenta al mondo la Street Scrambler, che OmniMoto.it ha avuto il piacere di provare fra le belle (e fredde) strade dell'Andalusia.Sotto l'apparenza di moto avventurosa c'è in realtà una base molto stradale, quella della Street Twin già presentata lo scorso anno e dotata del piacevolissimo bicilindrico in parallelo High Torque da 900 cc, capace di 55 CV di potenza e 80 Nm di coppia massima ad appena 2.850 giri/min. Per quanto riguarda la ciclistica, la ruota anteriore cresce da 18" a 19" e calza pneumatici semitassellati, mentre dietro rimane da 17" a creare una configurazione molto nota alle crossover moderne più diffuse.


Esteticamente è inconfondibilmente Scrambler: faro tondo, strumentazione essenziale, sella trapuntata, cerchi a raggi, doppio ammortizzatore, l'essenza della moto nella sua espressione più pura, senza inutili orpelli e comunque piena di fascino ed equilibrio nelle linee. La Street Scrambler rimane comunque una moto avventurosa ma poco adatta al fuoristrada, che rimane limitato alle mulattiere e ai tratti in terra battuta. La massima performance la dà sulle strade di tutti i giorni, magari rovinate e non proprio lisce: le sospensioni, e in generale la ciclistica, hanno fatto la differenza, dimostrando di saper digerire di tutto, allo stesso tempo infondendo grande fiducia senza mai dare segni di cedimento. Sarà disponibile da fine febbraio a partire da 10.800 euro. Qui potete leggere la prova completa.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , moto


Top