Attualità

pubblicato il 24 gennaio 2017

Smog, a Parigi arrivano i bollini identificativi

Così nei giorni di blocco del traffico sarà più facile multare chi sgarra

Smog, a Parigi arrivano i bollini identificativi

La lotta allo smog prosegue anche a Parigi. La città che ha dichiarato guerra alle auto diesel ha adottato un nuovo metodo per classificare le auto immatricolate che girano in città: i bollini colorati. Ce ne sono sei: il primo è verde ed identifica le vetture ibride ed elettriche ovvero quelle meno inquinanti. Queste possono circolare sempre, mentre le altre sono soggette a limitazioni, così durante i blocchi del traffico sarà più facile multare chi sgarra. Per ogni cittadino la richiesta del bollino online in base alle caratteristiche dell’auto è obbligatoria. Ecco come funziona: le auto con bollino numero uno (viola) sono le benzina Euro 5 e 6 immatricolate a partire da gennaio 2011.

Le numero 2 (giallo) sono le diesel Euro 5 e 6 immatricolate a partire da gennaio 2011 e le benzina Euro 4 immatricolate tra il primo gennaio 2006 e il 31 dicembre 2010. Il bollino 3 (arancione) è per le diesel Euro 4 immatricolate tra il primo gennaio 2006 e il 31 dicembre 2010 e le benzina Euro 2 ed Euro 3 immatricolate tra il primo gennaio 1997 e il 31 dicembre 2005. Infine, il 4 (marrone) e il 5 (blu) sono rispettivamente per le diesel Euro 3 immatricolate tra il primo gennaio 2001 e il 31 dicembre 2005 e le Euro 2 dal primo gennaio 1997 al 31 dicembre 2000. Il meccanismo è applicato anche ai veicoli commerciali leggeri, agli autocarri e agli autobus.

Autore:

Tag: Attualità , parigi , inquinamento , dall'estero


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 23
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 15
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 15
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 19
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top