Test

pubblicato il 24 gennaio 2017

Lexus IS restyling, è sempre un piacere

Confortevole e risparmiosa in città, ama le strade piene di curve. Peccato per il cambio un po' pigro

Lexus IS restyling, è sempre un piacere
Galleria fotografica - Lexus IS restylingGalleria fotografica - Lexus IS restyling
  • Lexus IS restyling - anteprima 1
  • Lexus IS restyling - anteprima 2
  • Lexus IS restyling - anteprima 3
  • Lexus IS restyling - anteprima 4
  • Lexus IS restyling - anteprima 5
  • Lexus IS restyling - anteprima 6

L'avevamo vista nel maggio del 2016, la Lexus IS restyling, al suo debutto al Salone di Pechino. Ora, a distanza di diversi mesi, è arrivato il momento di mettersi dietro al volante e di portarla "a fare un giro" per Roma, città scelta dalla Casa per la presentazione alla stampa europea. E quale metropoli meglio della Capitale tra code, ingorghi e blocchi del traffico, può far apprezzare il powertrain ibrido che equipaggia questa IS? Una prerogativa, quella della doppia alimentazione, che però non appartiene più solamente alla berlina media del marchio premium di Toyota, ma che si trova anche su agguerrite concorrenti che rispondono al nome di Mercedes Classe C 300 h, BMW 330e ed Infiniti Q50.

Com'è

Prescindendo per un attimo dal fatto che ognuno ha i propri gusti, questa Lexus IS 300h è bella. Lo era già prima ma, ora che i progettisti nipponici le hanno donato un nuovo frontale simile a quello dei modelli più recenti, la IS è ancora più aggressiva. La grossa calandra "a clessidra" è stata ulteriormente ampliata grazie ad un nuovo paraurti che ora la fa arrivare fino a terra e che aggiunge due nuove prese d'aria laterali che rendono il "muso" ancora più importante. Anche i gruppi ottici sono stati aggiornati: i proiettori principali ora sono a LED e le due "frecce" per le luci diurne sono state ingrandite. Lateralmente la IS cambia poco ma, si sa, nei restyling sono le "parti molli" - in altre parole le plastiche - a cambiare. Dietro, infine, ciò che si evolve è il disegno interno dei LED dei gruppi ottici e la forma rettangolare dei terminali di scarico. Una volta saliti a bordo, impossibile non notare subito la "grande novità": il display dell'infotainment ora raggiunge i 10,3 pollici nella versione più avanzata, il Premium Navigation, di serie su questo allestimento Luxury in prova. Lo schermo ad alta definizione di dimensioni maggiorate ora permette la modalità "splitscreen", che fa tenere sott'occhio due funzionalità diverse allo stesso tempo. Migliorato anche il sistema di interfaccia Remote Touch, che ora ha un tasto aggiuntivo laterale per entrare direttamente nei menù, ma che mostra ancora qualche pecca in quanto a precisione. Ad esempio, non è facile selezionare le singole lettere quando si inserisce un nuovo indirizzo di navigazione. Per il resto, il sistema è molto fluido nel passare tra i vari menù ed è intuitivo come si usasse il PC di casa. Gli aggiornamenti, a livello di abitacolo, riguardano poi l'utilizzo di nuovi rivestimenti, su tutti quelli in legno lavorati a Laser che abbiamo già visto sulla Lexus RX. Per il resto gli interni della IS cambiano poco, e questo significa che restano molto ben fatti a livello di finiture ed assemblaggi e che sono più adatti a quattro persone che a cinque a causa della seduta rialzata (sotto il divano posteriore ci sono le batterie del sistema ibrido).

Come va

Innanzitutto, la IS 300h restyling conferma la sua buona capacità di assorbire buche e asperità. E questo sulle strade di Roma non è una cosa da poco. Lo fa, oltretutto, senza rinunciare ad una precisione in curva e ad una tenuta di strada elevate, che vengono fuori non appena si esce dal centro abitato. Lo sterzo, però, non è altrettanto reattivo, a meno che non si selezioni la modalità "Sport" tramite il rotore posto sul tunnel centrale. A quel punto il volante si irrigidisce e la risposta della trasmissione e del 2.5 a benzina si fa più pronta. In realtà, come sulle altre Lexus che montano il cambio a variazione continua, la guida non è mai di quelle veramente sportive. Una volta rientrati in città, la modalità da preferire è quella "Eco". Il volante torna morbido, ottimo per le manovre e per le svolte a 90°, e si allungano le percorrenze effettuate in modalità full electric. Con i freni c'è sempre da prendere un pochino di abitudine perché all'inizio sono un po' "spugnosi" a causa della fase di rigenerazione energetica, ma dopo qualche centinaio di metri si impara a modulare al meglio la frenata. I consumi, com'è lecito aspettarsi, beneficiano della abbinata motore termico-elettrico: non c'è da stupirsi se si riescono a toccare medie di 18/20 km al litro. Ottima la silenziosità in ogni condizione, e non solo perché il motore elettrico aiuta a tenere "docile" quello termico, ma perché l'aerodinamica è curatissima per limitare la sete di benzina.

La curiosità

La Lexus IS, sia in versione ibrida che in versione solo benzina (non in vendita in Italia) è, un po' ovunque nel mondo, al quarto posto nelle classifiche di vendita del suo segmento, dietro la "solita" triade germanica di Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C. Per migliorare un progetto che già poteva vantare un buon successo di pubblico, il team di ingegneri responsabile dello sviluppo della IS ha viaggiato per tutto il mondo al fine di raccogliere i feedback dei clienti dei principali mercati.

Quanto costa

La versione provata, in allestimento Luxury, parte da 51.000 euro, ma con l'impianto audio Mark Levinson con 15 altoparlanti (che si fa pagare 2.000 euro ma ha una resa a dir poco eccezionale), il tetto apribile e la vernice metallizzata, supera quota 54.000 euro. La versione F-Sport parte dallo stesso prezzo ma si distingue per una dotazione più votata alla sportività, come ad esempio una griglia specifica, ruote da 18" e le sospensioni adattive. La versione d'ingresso, invece, è la Executive, che ha un prezzo di 42.900 euro ma che, fino a marzo 2017, è offerta ad un prezzo lancio di 34.900 euro. La motorizzazione è la stessa per tutte le versioni.

Scheda

Motore provato: 2.5 benzina a quattro cilindri più motore elettrico
Quando arriva: già in vendita
Quanto costa: 54.151 euro
Quanto consuma (ciclo combinato): 4,3 litri/100km
0-100 km/h: 8,3"
Emissioni di co2 g/km: 107
Potenza (combinata): 223 CV
Garanzia: 3 anni/100.000 km

Scheda Versione

Lexus IS Hybrid
Nome
IS Hybrid
Anno
2013 (restyling del 2017)
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
ibrida
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Lexus , auto giapponesi , auto ibride


Vai allo speciale
  •  - Salone di Francoforte 2017 -
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 21
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 17
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 20
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top