Curiosità

pubblicato il 17 gennaio 2017

Airbus, in arrivo l’auto volante a guida autonoma

Progettata per risolvere i problemi di traffico e inquinamento. Il prototipo entro fine anno

Airbus, in arrivo l’auto volante a guida autonoma
Galleria fotografica - AeroMobil 3.0, l'auto-aereoGalleria fotografica - AeroMobil 3.0, l'auto-aereo
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 1
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 2
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 3
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 4
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 5
  • AeroMobil 3.0, l\'auto-aereo - anteprima 6

Una cosa è certa: del servizio di informazioni in tempo reale sul traffico si potrà fare a meno. In caso di coda, infatti basterà decollare. Le cose non staranno proprio così, ma quasi. In ogni caso lo scopriremo presto, entro fine 2017, quando cioè il prototipo di auto volante a guida autonoma realizzato dalla Airbus diventerà realtà. E’ questo il primo prodotto - per ora in stadio prototipale - dell’unità Urban Air Mobility che Airbus ha creato lo scorso anno e che sta esplorando nuovi concetti di veicoli, a metà strada tra l’automobile e l’elicottero. Ok, il concetto non è nuovo, perché quello dell'auto che vola è un sogno ricorrente di ogni bambino e di (quasi) ogni ingegnere del mondo. In passato, due esempi illustri sono stati quello di Terrafugia e di AeroMobil (in foto e video, qui sotto); questa volta, dato il calibro dell'azienda che è scesa in campo, la cosa diventa nettamente più concreta. 

In aria e su strada guida il computer

Ma non illudetevi: se siete degli appassionati della guida e avete anche il brevetto di volo (oltre che un conto in banca di un certo spessore), sappiate che questa meraviglia della tecnologia non la potrete guidare. L’idea è infatti quella del trasporto condiviso basato sulla guida autonoma (cosa che peraltro nell'aviazione è realtà già da molto tempo), che i viaggiatori o i pendolari possono prenotare tramite app. Tom Enders, CEO di Airbus, spiega il concetto in modo suggestivo: “Cento anni fa il trasporto urbano andò a finire sottoterra con le metropolitane. Adesso abbiamo la tecnologia adatta per portarlo nei cieli”.

Città più pulite e libere

Che la Urban Air Mobility di Airbus faccia molto sul serio non lo confermano solo le parole generali di Enders: “Per noi questo studio è importantissimo”, ma anche quelle che spiegano meglio il progetto: “Grazie al trasporto via aria, le amministrazioni locali potranno risparmiare i soldi investiti in strade e ponti (destinandoli magari a spazi verdi più ampi, ndr), senza contare il beneficio in termini di inquinamento, primo perché non ci sarebbero più ingorghi, secondo perché stiamo lavorando su tecnologie ecosostenibili”. Ultimo, ma non meno importante, Enders ha aggiunto che per Airbus il trasporto urbano è un’imperdibile occasione di business; non ha però voluto specificare l’ammontare totale delle risorse investite.

AeroMobil 3.0, l'auto-aereo | Official Video

E’ un’idea degli anni ‘90 e potrebbe essere in vendita dal 2015.

Autore:

Tag: Curiosità , auto europee


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 23
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 15
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 15
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 19
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top