dalla Home

Tuning

pubblicato il 17 gennaio 2017

Mugen, ecco la "mini" Honda NSX

Si chiama Garu ed è ricavata sulla base della coupé Honda S660 a motore centrale

Mugen, ecco la "mini" Honda NSX
Galleria fotografica - Mugen GaruGalleria fotografica - Mugen Garu
  • Mugen Garu - anteprima 1
  • Mugen Garu - anteprima 2
  • Mugen Garu - anteprima 3
  • Mugen Garu - anteprima 4
  • Mugen Garu - anteprima 5
  • Mugen Garu - anteprima 6

Per chi è appassionato di Honda o di motorsport (o di entrambe le cose, ovvio), la Mugen non ha bisogno di presentazioni: l’azienda, da sempre legata a Honda ma non di proprietà della stessa, si occupa di mettere le mani sulle auto della Casa giapponese, a un livello di “profondità” più o meno elevato in base ai regolamenti dei campionati a cui prende parte o ai desideri dei clienti. Di sicuro, quello che ha fatto con la Garu - presentata al Tokyo Auto Salon, dedicato  al tuning - va oltre. Sì perché fino a oggi le modifiche sono sempre state rivolte alla sostanza. Alle molle e agli ammortizzatori, alle barre antirollio e alle geometrie, passando per le valvole, i pistoni, i cilindri e gli alberi a camme.

La Garu è invece - quasi - una macchina completamente nuova. Il quasi è obbligatorio perché sotto le forme molto ardite (ma a dire il vero non molto aggraziate, specialmente dietro) di questa due posti c’è la Honda S660, piccola coupé in vendita solo in Giappone. A caratterizzarla sono soprattutto i parafanghi allargati a dismisura rispetto a quelli del modello originario, insieme alle ampie aperture nel muso: quella centrale e le due laterali. Viene conservato invece il tetto tipo Targa, con pannelli rimovibili. La cosa curiosa, per ricollegarci a quanto scritto prima, è che non si sa se Mugen abbia toccato la meccanica, che di base prevede un motore a 3 cilindri da 66 CV, che però ha gioco facile con i soli 830 kg della vettura. Difficile il suo arrivo in Europa.

Autore:

Tag: Tuning , Honda , auto giapponesi , tokyo , tuning


Top