dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 11 gennaio 2008

Bugatti Project Lydia

Solo 6 minuti e 40 secondi per un giro al Nurburgring. Vi basta?

Bugatti Project Lydia
Galleria fotografica - Bugatti Project LydiaGalleria fotografica - Bugatti Project Lydia
  • Bugatti Project Lydia - anteprima 1
  • Bugatti Project Lydia - anteprima 2
  • Bugatti Project Lydia - anteprima 3

Parlare di Bugatti per la stampa specializzata è un po' come per la rivista inglese scandalistica The Sun parlare della famiglia reale inglese. Non appena filtra qualche voce di corridoio su un nuovo modello la notizia trova sempre largo eco.

L'ultimo scoop sulla regina delle auto "di serie" è di auto motor und sport, che riporta l'informazione che a Molsheim stanno pensando ad un secondo modello, per il momento chiamato Project Lydia, in onore della moglie di Ettore Bugatti. La rivista tedesca ha immaginato la nuova Bugatti ben diversa dalla configurazione della Veyron ed i bozzetti indicano che il nuovo modello potrebbe avere forme più compatte e vicine a quelle di un prototipo Le Mans, con un prominente splitter all'anteriore e un generoso alettone al posteriore.

Il motore sarebbe ancora il poderoso W16 con quadruplo turbo da 8.0 litri, ma con una potenza portata a ben 1.175 cavalli. Per un'auto così, pensata maggiormente per la pista, è naturale ipotizzare che la massa sarà inferiore a quello della Veyron, che attualmente pesa 1.888 kg, il che eclisserebbe le prestazioni già spropositate dell'unico modello Bugatti attualmente in produzione. Per la futura Lydia si ipotizza un terrificante tempo sul giro del Nurburgring di 6 minuti e 40 secondi.

Anche prezzo e volumi di produzione sarebbero ancora più esclusivi di quelli della Veyron: si parla di soli 70 esemplari che dovrebbero essere venduti a non meno di 2.5 milioni di Euro ciascuno. Chissà quanti clienti decideranno di dare come caparra la loro Veyron...

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Bugatti


Top