dalla Home

Attualità

pubblicato il 13 gennaio 2017

FCA, il Ministero dei Trasporti scagiona i diesel italiani

I veicoli notificati dall'EPA a FCA non sono omologati nel nostro Paese

FCA, il Ministero dei Trasporti scagiona i diesel italiani

Il Ministero dei Trasporti italiano si inserisce nella diatriba fra l'EPA americano e l'FCA riguardo il software installato su due modelli USA con motore diesel per dire che questi veicoli non sono omologati né venduti in Italia. Il governo italiano prende quindi le distanze da quello che sembra già configurarsi come un Dieselgate in scala ridotta (104.000 vetture USA coinvolte) per ricordare che le Dodge Ram 1500 3.0 Diesel e le Jeep Grand Cherokee 3.0 Diesel MY 2014-2016 accusate di una presunta violazione del Clean Air Act non sono commercializzate in Italia. Lo stesso dicastero con sede a Porta Pia specifica poi che il motore 3.0 V6 CRD della Jeep Grand Cherokee omologata in Italia in versione Euro 6 "ha una progettazione e calibrazione diversa da quelle US".

Quello che non emerge invece dal comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è se le Grand Cherokee vendute negli anni precedenti in Italia con lo stesso motore VM e omologazione Euro 5 possono essere coinvolte nel caso EPA, cosa invece esclusa da Sergio Marchionne. Gli stessi dubbi nascono sulle Lancia Thema commercializzate fino al 2014 con il 3.0 V6 Multijet II Euro 5 che di base è lo stesso propulsore VM. Nessuna dichiarazione ufficiale da parte del ministero o della stessa FCA è invece disponibile per il motore 3.0 V6 Diesel (Euro 5 ed Euro 6) montato su Maserati Ghibli, Levante e Quattroporte, un'unità modificata e rielaborata dalla Casa del Tridente che dovrebbe a sua volta rimanere fuori dalla vicenda.

Autore:

Tag: Attualità , inquinamento


Top