dalla Home

Attualità

pubblicato il 12 gennaio 2017

FCA accusata negli USA per aver nascosto software sulle emissioni

L'EPA, l'Agenzia da cui è partito il Dieselgate Volkswagen, sta indagando sul 3.0 litri diesel

FCA accusata negli USA per aver nascosto software sulle emissioni

FCA non ha comunicato all’EPA, l’Agenzia ambientale americana da cui è partito il Dieselgate Volkswagen, che su alcuni modelli venduti c’era un software che influisce sui dati relativi alle emissioni dei motori. “E’ una seria violazione delle legge - ammonisce l’EPA in un comunicato stampa appena diffuso -. Tutte le case automobilistiche devono giocare secondo le stesse regole”. Adesso FCA rischia azioni civili e non solo: l’Agenzia approfondirà le indagini per capire se e come i dati sulle emissioni sono stati truccati (come nel caso del Gruppo Volkswagen). Se ciò venisse verificato per FCA si aprirebbe un capitolo ancora più difficile da affrontare. Il titolo in Borsa, sia a Milano che a New York, sta crollando rapidamente e poco prima della conferenza stampa dell’EPA era stato persino sospeso per eccesso di ribasso. Vediamo di seguito i modelli e i motori incriminati e qual è stata la replica di FCA

I modelli e i motori incriminati

Partiamo dal motore: il motore sotto accusa è il 3.0 litri diesel (3L EcoDiesel V6) che negli Stati Uniti equipaggia la Jeep Grand Cherokee (venduto anche in Italia) e la Dodge Ram 1500. In dettaglio il software che non è stato dichiarato si trova sui modelli immatricolati nel 2014, 2015 e 2016. Tra l'altro proprio questo 3L EcoDiesel V6 è entrato nella top ten dei migliori propulsori in America (Ward's 10 Best Engines). In Italia il Ministero dei Trasporti ha comunicato che i veicoli notificati dall'EPA a FCA non sono omologati nel nostro Paese (qui i dettagli sulla nota che scagiona i diesel italiani).

La replica di FCA

Il Gruppo italo americano ha garantito all’EPA la massima collaborazione nelle indagini e in una nota ufficiale ha specificato che “i propri sistemi di controllo delle emissioni rispettano le normative applicabili”. Dall’altra parte, l’EPA ha scritto: “Ancora una volta una casa automobilistica ha assunto una decisione per schivare le regole ed è stata scoperta”.

Autore:

Tag: Attualità , inquinamento


Top