dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 10 gennaio 2017

Dossier Salone di Detroit 2017

Nissan Vmotion 2.0, il futuro formato berlina

Ecco lo stile che vedremo fra alcuni anni e una nuova concezione dell’abitacolo

Nissan Vmotion 2.0, il futuro formato berlina
Galleria fotografica - Nissan Vmotion 2.0Galleria fotografica - Nissan Vmotion 2.0
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 1
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 2
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 3
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 4
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 5
  • Nissan Vmotion 2.0 - anteprima 6

L'aspetto delle future berline Nissan viene anticipato dal prototipo Vmotion 2.0 esposto in anteprima al NAIAS di Detroit 2017, concept che prefigura lo stile delle automobili che la Casa giapponese lancerà nei prossimi anni. La Vmotion 2.0 è infatti un modello di stile, che Nissan ha realizzato in maniera da anticipare il suo nuovo linguaggio in termini di estetica: non a caso del prototipo non si conoscono né il motore né i principali elementi di natura meccanica. La Vmotion 2.0 ha un aspetto molto tecnologico e si caratterizza per i tagli accentuati presenti sulla fiancata, che uniscono visivamente le linee del frontale con quelle del posteriore. La mascherina evolve gli stilemi visti sulla Micra, i fari sono molto rastremati e il padiglione segue un andamento a goccia, dando origine ad un piccolo alettone sulla coda. Il tetto è disegnato in maniera da apparire sospeso.

La strumentazione è spostata in alto

La Nissan Vmotion 2.0 misura in lunghezza 4,86 metri e ha un passo molto generoso in rapporto alla lunghezza esterna, che dovrebbe favorire l'abitabilità, complice anche la soluzione delle portiere apribili ad armadio: in questo modo sarà più facile entrare e uscire dall'abitacolo. La plancia è molto scenografica e rinuncia alla tradizionale distribuzione dei comandi, in favore di una tecnologia più avveniristica: la palpebra è sostituita da una coppia di monitor in posizione rialzata, visibili anche dal passeggero, che svolgono le funzioni di quadro strumenti e schermo per il sistema multimediale, comandabile attraverso una superficie sensibile al tocco. L'impianto audio è fornito dalla Bose, che ha sviluppato per l'occasione un sistema di ascolto a 360°, chiamato Bose UltraNearfield Speakers, in maniera da far aumentare la sensazione di coinvolgimento.

Il ProPILOT fa brillare griglia e estrattore

Le informazioni presenti sullo schermo anteriore sono visibili anche dai passeggeri posteriori, attraverso un piccolo monitor disposto lungo il tunnel centrale. La grande particolarità della Nissan Vmotion 2.0 sta nella presenza della tecnologica ProPILOT, studiata per la guida autonoma, che in futuro permetterà all'auto di muoversi in autostrada e negli incroci senza l'apporto diretto del conducente. Una volta attivo, il sistema ProPILOT fa brillare la griglia anteriore e l'estrattore posteriore, in maniera da segnalare che l'automobile è guidata in quel momento dall'elettronica.

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Nissan , auto giapponesi , detroit , car design


Top