dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 gennaio 2017

FCA, maxi investimento negli USA per la gioia di Trump

Entro il 2020 il Gruppo investirà 1 miliardo di dollari creando 2mila posti di lavoro

FCA, maxi investimento negli USA per la gioia di Trump

Donald Trump si insedierà ufficialmente alla Casa Bianca il 20 gennaio, ma la sua politica protezionista è già iniziata. Pochi giorni fa Ford ha fermato i suoi investimenti in Messico di fronte alla minaccia del prossimo Presidente degli Stati Uniti di far pagare pesanti dazi a chi produce all’estero ed ora Sergio Marchionne, numero uno di FCA, annuncia che il Gruppo entro il 2020 investirà un miliardo di dollari per potenziare due stabilimenti: uno a Warren, in Michigan, uno a Toledo, in Ohio. Le sue dichiarazioni, alla vigilia del Salone di Detroit, spengono qualsiasi critica e quasi fanno dimenticare che FCA è il terzo esportatore di veicoli dal Messico verso gli Stati Uniti dopo General Motors e Nissan.

L’investimento era comunque già nell’aria e riguarda l’ampliamento della gamma Jeep. I siti produttivi saranno rinnovati, dando lavoro ad altre 2mila persone, per produrre i modelli Wagoneer e Grand Wagoneer, insieme ad un pick up RAM che cesserà di essere prodotto in Messico. “Continuiamo a rafforzare gli Stati Uniti come hub manifatturiero globale per quei veicoli essenziali per il mercato dei SUV”, ha detto Marchionne.

Autore:

Tag: Mercato , dall'estero , produzione


Top