dalla Home

Motorsport

pubblicato il 5 gennaio 2017

Dossier Speciale OmniAuto.it Peugeot 3008 VS Dakar

Dakar 2017, il risveglio di Peterhansel

Il “maestro” del raid si è aggiudicato la terza tappa e dopo un inizio stentato è tornato a far paura

Dakar 2017, il risveglio di Peterhansel
Galleria fotografica - Dakar 2017, tappa 3Galleria fotografica - Dakar 2017, tappa 3
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 1
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 2
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 3
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 4
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 5
  • Dakar 2017, tappa 3 - anteprima 6

Si è conclusa con la vittoria di Stéphane Peterhansel la terza interminabile tappa della Dakar che ha portato il gruppo da San Miguel de Tucuman a Salvador de Jujuy per un totale di 780 km, di cui 364 cronometrati, tra tratti fuori pista e alcuni ad un’altitudine letteralmente mozzafiato di quasi 5000 metri.

Com’è andata

Dopo un avvio di raid sottotono il campione francese della Peugeot si è quindi ripreso la sua posizione abituale firmando pure due risultati record. 69 speciali complessive centrate. 36 nella categoria auto. La festa però non è stata solo per il veterano dell’Alta Saona. La Casa del Leone ha potuto celebrare anche con Carlos Sainz, secondo a 1’54 e il trionfatore di martedì Sébastien Loeb, terzo a 3’08, malgrado un piccolo errore di navigazione e una foratura. Quarto a 3’54 Mikko Hirvonen su MINI JCW Rally, a lungo impegnato in un duello serrato con il Matador dello squadrone transalpino e staccato soltanto nelle fasi finali. Quinta a 7’48 l’ultima 3008 DKR ufficiale di Cyril Déspres, a precedere con un distacco decisamente più importante le MINI di Orlando Terranova a 11’26 e a 13’13 quella di Jazeed Al-Rajhi, partito bene ma poi incapace di gestire. Ottavo a 13’16 Nani Roma, “sopravvissuto” ai problemi tecnici che gli sono costati tempo prezioso. Nono il polacco Jakub Przygonski su MINI All 4 Racing a 19’58, quindi francese Ronan Chabot su Toyota a 23’52.

Alle spalle della top 10

In forma nelle prime frazioni ha avuto i suoi bei grattacapi Romain Dumas. Il driver Peugeot ha chiuso undicesimo con ben 31’07 di ritardo, un gap accumulato perlopiù nelle fasi iniziali della giornata. Quattordicesimo a 36’23 il sudafricano Giniel de Villers, primo tra i big Toyota in un giorno nero per le Hilux, tutte fermate da intoppi meccanici. Erik Van Loon ha infatti tagliato il traguardo in quarantaquattresima piazza dopo 3h36’07, mentre non molto meglio è andata al team-mate Nasser Al-Attiyah, giunto trentunesimo a 2h17’38 da “Monsieur” Dakar. Senza una ruota per buona parte del percorso a causa del contatto con una pietra il qatariano si è più volte fermato per tentare di bilanciare la vettura mettendo dei sassi sul cofano (qui tutti i dettaggli su Motorsport.com). Un’operazione che inevitabilmente ha contribuito ad azzerare le chance di un suo arrivo a Buenos Aires in testa alla carovana. Da segnalare le penalità di 1h alla Ford F150 Evo di Martin Prokop nel post gara passato dal nono al ventunesimo posto e alla 2008 DKR dello sceicco Khalid Al-Qassimi, ventiquattresimo a 1h21’18. Infine per quanto concerne gli italiani i gemelli Dario e Aldo de Lorenzo su Toyota Land Cruiser 155 hanno concluso trentasettesimi a 2h51’33. Giovedì si riprende con la San Salvador de Jujuy (Argentina) - Tupiza (Bolivia) di 521 km per 416 km di ps.

La Classifica

1. Peterhansel (Francia)/Cottret (Francia) Peugeot 3008 DKR 4h18’17
2. Sainz (Spagna) / Cruz (Spagna) Peugeot 3008 DKR + 1’54
3. Loeb (Francia) / Elena (Principato di Monaco) Peugeot 3008 DKR +3’08
4. Hirvonen (Finlandia) / Perin (Francia) MINI John Cooper Works Rally + 3’54
5. Despres (Francia)/ Castera (Francia) Peugeot 3008 DKR +7’48
6. Terranova (Argentina)/ Schulz (Germania) MINI John Cooper Works Rally +11’26
7. Al Rajhi (Arabia Saudita) / Gottschalk (Germania) MINI John Cooper Works Rally + 13’13
8. Roma (Spagna) / Haro Bravo (Spagna) Toyota Hilux + 13’13
9. Przygonski (Polonia)/Colsoul (Belgio) MINI All 4 Racing +19’58
10. Chabot (Francia)/Pillot (Francia) Toyota Hilux +23’52

La Classifica Generale

1. Loeb (Francia) / Elena (Principato di Monaco) Peugeot 3008 DKR 6h54’56
2. Sainz (Spagna) / Cruz (Spagna) Peugeot 3008 DKR +42”
3. Peterhansel (Francia)/Cottret (Francia) Peugeot 3008 DKR +4’18
4. Hirvonen (Finlandia) / Perin (Francia) MINI John Cooper Works Rally +9’38
5. Roma (Spagna) / Haro Bravo (Spagna) Toyota Hilux +13’04
6. Al Rajhi (Arabia Saudita) / Gottschalk (Germania) MINI John Cooper Works + 15’17
7. Despres (Francia)/ Castera (Francia) Peugeot 3008 DKR + 15’25
8. Terranova (Argentina)/ Schulz (Germania) MINI John Cooper Works Rally +21’29
9. Przygonski (Polonia)/Colsoul (Belgio) MINI All 4 Racing +27’37
10. De Villiers (Repubblica Sudafricana) / Von Zitzewitz Toyota Hilux (Germania) + 35’20

Dakar 2017, le tappe

➤ 2 Gennaio: da Asuncion (Paraguay) a Resistencia (Argentina) – 454 km
➤ 3 Gennaio: da Resistencia (Argentina) a San Miguel de Tucuman (Argentina) – 803 km
➤ 4 Gennaio: da San Miguel De Tucuman (Argentina) a San Salvador de Jujuy (Argentina) -780 km
➤ 5 Gennaio: da San Salvador de Jujuy (Argentina) a Tupiza (Bolivia) – 521 km
➤ 6 Gennaio: da Tupiza (Bolivia) a Oruro (Bolivia) – 692 km
➤ 7 Gennaio: da Oruro (Bolivia) a La Paz (Bolivia) – 786 km
➤ 8 Gennaio: Riposo a La Paz (Bolivia)
➤ 9 Gennaio: da La Paz (Bolivia) a Uyuni (Bolivia) – 622 km
➤ 10 Gennaio: da Uyuni (Bolivia) a Salta (Argentina) – 892 km
➤ 11 Gennaio: da Salta (Argentina) a Chilecito (Argentina) – 977 km
➤ 12 Gennaio: da Chilecito (Argentina) a San Juan (Argentina) – 751 km
➤ 13 Gennaio: da San Juan (Argentina) a Rio Cuarto (Argentina) – 759 km
➤ 14 Gennaio: da Rio Cuarto (Argentina) a Buenos Aires (Argentina) – 786 km

Autore: Redazione

Tag: Motorsport , auto europee , dakar , dall'estero


Top