dalla Home

Attualità

pubblicato il 6 gennaio 2017

Dossier Assicurazioni

Rc auto, nel 2017 aumenti per 1,4 milioni di automobilisti

Vi spieghiamo come e quando è possibile risparmiare sulla polizza auto

Rc auto, nel 2017 aumenti per 1,4 milioni di automobilisti

L’anno scorso 1,4 milioni di automobilisti hanno causato un incidente, e quindi la loro Rca salirà. È la previsione di Facile.it. Infatti, il sito leader in Italia per la comparazione di assicurazioni auto ha analizzato 500.000 preventivi richiesti a dicembre 2016, scoprendo che il 4% degli utenti vedrà aumentare l’importo Rca da rinnovare (anche se l’anno scorso 100.000 automobilisti sono stati più prudenti rispetto a quanto fatto nel 2015). Come saprete, l’aumento della Rca è legato al peggioramento della classe di merito: quei 1,4 milioni responsabili di un sinistro, per il sistema bonus-malus, vedranno rincarare il prezzo.

Come funziona

Ricordate: per andare in una classe di merito bassa e poco costosa, occorre non causare sinistri: un classe universale in meno ogni anno (bonus). Invece, se si provoca un incidente, si schizza in alto di due classi (malus). Non conta il tipo di incidente: che sia un lievissimo tamponamento o un sinistro pesante, comunque si sale di due classi di merito. Inoltre, il periodo che conta per valutare incidenti e classi dura 12 mesi. Ma non è l’anno solare.

Datevela a gambe levate

A ogni modo, c’è sempre la possibilità di darsela a gambe dalla vecchia compagnia, cercando un preventivo Rca inferiore. Fornite targa (e magari residenza) alla nuova compagnia, che si collega a un database e vi fa il preventivo Rc auto. Il contratto Rca è senza tacito rinnovo: finisce automaticamente alla scadenza annuale indicata in polizza. Non siete tenuti a comunicare niente all’assicuratore né firmare disdette o inviare fax. Per quanto riguarda gli incidenti, date targa (e magari residenza) alla nuova compagnia, che si collega a un database e vi fa il preventivo Rc auto. Il contratto Rca è senza tacito rinnovo: finisce automaticamente alla scadenza annuale indicata in polizza. Non dovete dire nulla all'assicuratore né firmare disdette o inviare fax.

Incidenti, matassa intricata

Per quanto riguarda infine gli incidenti (ma sui prezzi Rca incidono mille fattori, fra cui il costo dei sinistri), l’Istat stima che nel primo semestre 2016 quelli con lesioni a persone avvenuti in Italia siano 83.549 (-0,8% sullo stesso periodo 2015). Il numero di morti entro il trentesimo giorno è 1.466 (-4,7%), mentre i feriti ammontano a 118.349 (-0,5%). Tuttavia, per quanto riguarda tutto il 2016, la Polizia stradale ha appena snocciolato questi dati: nel 2016 (dato aggiornato al 20 dicembre), vittime a quota 1.620 (-4,5% sul 2015); viceversa, 73.836 incidenti (+0,8%) e delle persone ferite (50.472, +0,7%). Questione a parte per le stragi del sabato sera (dalla mezzanotte alle 6 di domenica mattina), col dato aggiornato all’11 dicembre 2016: secondo Stradale e Carabinieri, 2.730 incidenti, ossia 224 in meno rispetto al 2015; che hanno cagionato 119 vittime, 35 in meno.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top