dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 gennaio 2017

Swatch, dagli orologi alle batterie per auto elettriche

Niente più litio, arriva il venadio; carica rapida e meno peso

Swatch, dagli orologi alle batterie per auto elettriche

La Swatch ci riprova; già alla fine degli anni '80 infatti il famoso marchio di orologi entrò nel mondo dell'auto quando il suo creatore ebbe l'intuizione del progetto smart, poi acquistato da Daimler. Questa volta Swatch si è cimentata nella produzione di batterie per le auto elettriche. Il progetto è seguito dalla Balenos Clean Power, una società che si occupa di energie rinnovabili e posseduta da Swatch al 51%.

Non si tratta però di "normali" batterie al litio: il CEO Nick Hayek ha detto che avranno bisogno della metà del tempo per la ricarica e peseranno un terzo in meno rispetto alle Panasonic usate attualmente da Tesla. Il segreto sarà nel materiale utilizzato; il vanadio. Le previsioni di Swatch prevedono incassi dai 10 ai 15 miliardi di dollari nel 2020.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , auto elettrica


Top