dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 5 gennaio 2017

Tergicristalli, ecco quando cambiare le spazzole

La nostra micro-guida per "vederci sempre chiaro"

Tergicristalli, ecco quando cambiare le spazzole

La prendiamo un… pochino alla larga. Anno 1926: viene inventato il primo tergicristalli ad azionamento elettrico per una Opel, inizialmente solo per il lato guidatore. No, non spaventatevi, non andremo a raccontarvi tutta la storia dei tergicristalli; piuttosto, vogliamo ricordarvi che le spazzole di questi dispositivi andrebbero cambiate almeno una volta all'anno. Ci riferiamo sia a quelle davanti sia a quelle dietro. Ma la chiave del discorso è capire quali siano i segnali per capire se la spazzola è usurata anche prima del termine dei dodici mesi “canonici”.

Tris di dritte

#1 Righe. La prima spia della spazzola usurata la conoscete tutti: è la rigatura del parabrezza. Da sola, oppure associata a una scarsa pulizia del vetro: ci sono larghe superfici non pulite, con la la lama che non aderisce più al vetro del parabrezza. Il tutto condito da movimenti della spazzola non più omogenei sul cristallo, ma a scatti, e da striature strette. In più potreste avvertire vibrazioni sul vetro, specie ad alte velocità, in autostrada, con la spazzola che salta, va a scatti.

#2 Ispezione. Comunque, se non siete certi che la spazzola sia usurata, c'è pur sempre l'ispezione della stessa che elimina ogni dubbio. Un'usura tanto più probabile, è ovvia, quanto maggiore l'uso con le intemperie. Ma anche lo smog delle nostre metropoli (le polveri sporcano il vetro e usurano la spazzola) possono incidere.

#3 Tutela. Esistono infine alcuni trucchetti per allungare la vita della spazzola: non azionare i tergi se il vetro è asciutto (c'è troppo attrito), molto sporco, o con la neve o il ghiaccio (si graffiano sia le spazzole sia il vetro). Prima prodotti specifici con spatola, e poi il tergi. E magari pulire periodicamente le spazzole, strofinando i lati nel verso della lunghezza: anche in questo caso, usando prodotti appositi.(detergenti sgrassanti). Mai in diagonale, se no rovinate la gomma. Ottimo anche un liquido detergente apposito per i vetri, per facilitare lo scorrimento dei tergicristalli riducendo l'attrito.

Cambiarle? Cautela

Se proprio le spazzole non si possono pulire, ma sono da sostituire, occorre cautela. La regola d'oro è consultare il libretto di uso e manutenzione, per capire quale modello comprare e come cambiare la spazzola, orientandola nella giusta direzione. Se non si è capaci, meglio rivolgersi a un esperto (il meccanico), per evitare di fare danni al vetro e (vedendo peggio) alla sicurezza stradale. Occhi aperti pure sulle spazzole ultra low cost, di provenienza dubbia: si rischia di rovinare il parabrezza.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , manutenzione


Top