dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 gennaio 2017

Brembo superstar, nel listino dorato della Borsa di Milano

La Casa produttrice di impianti frenanti torna nel più importante indice di Piazza Affari

Brembo superstar, nel listino dorato della Borsa di Milano
Galleria fotografica - Brembo, freni a discoGalleria fotografica - Brembo, freni a disco
  • Brembo, freni a disco - anteprima 1
  • Brembo, freni a disco - anteprima 2
  • Brembo, freni a disco - anteprima 3
  • Brembo, freni a disco - anteprima 4
  • Brembo, freni a disco - anteprima 5
  • Brembo, freni a disco - anteprima 6

Un'ascesa prepotente, quella di Brembo, leader mondiale nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di sistemi frenanti. Premiata ora con il ritorno nel listino dorato della Borsa di Milano: il Ftse Mib, acronimo di Financial Times Stock Exchange Milano Indice di Borsa. Che è il più importante indice di Piazza Affari, dove sono riuniti i titoli a maggiore capitalizzazione e liquidità di mercato. Al quale appartengono le azioni di società che svettano per capitalizzazione e per liquidità di mercato. Per Brembo, come riporta il Sole 24 Ore, si tratta di un rapido ritorno: il titolo era uscito dal Ftse Mib qualche settimana addietro, a seguito dell'aggiornamento dell'indice reso necessario dallo scorporo di Italgas da Snam.

Non sa… frenare!

È il caso di dirlo: il colosso bergamasco dei freni non sa… frenare! Per cercare il suo punto di minimo bisogna guardare al 2009 quando la Brembo era ferma a quota 2,24 euro. Ma il 2 gennaio 2017 questa multinazionale d'eccellenza italiana ha festeggiato il suo ritorno nel listino più significativo, con l'ennesimo rialzo a toccare quota 60 euro.

Che numeri

Come ricorda il Sole 24 Ore, nel 2016 la società controllata con il 53,5% dalla famiglia Bombassei è salita del 34%. Contro un Ftse Mib in negativo del 9%. Dall'autunno 2012, per lo storico marchio di freni di alta gamma per l'automotive (che opera in 16 Paesi di 3 continenti, con 24 stabilimenti e siti commerciali, contando sulla collaborazione di oltre 7.000 persone), uno sbalorditivo +650%. Nel 2009 quando il titolo cominciò la scalata in Borsa, Brembo fatturava poco meno di 900 milioni. A fine del 2106 sfiorerà i 2,3 miliardi. E non ha intenzione di rallentare.

[Fonte: www.ilsole24ore.com ]

Autore: Redazione

Tag: Mercato , brand


Top