dalla Home

Curiosità

pubblicato il 3 gennaio 2017

Dossier CES Las Vegas 2017

Hyundai al CES con Google Home, guida autonoma e arti artificiali

Non solo auto, le novità della casa coreana al salone dedicato alla tecnologia sono tante

Hyundai al CES con Google Home, guida autonoma e arti artificiali
Galleria fotografica - CES 2017, le proposte di HyundaiGalleria fotografica - CES 2017, le proposte di Hyundai
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 1
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 2
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 3
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 4
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 5
  • CES 2017, le proposte di Hyundai - anteprima 6

Hyundai al CES di Las Vegas svela le sue carte per il futuro. Ormai termini come "connettività" e "guida autonoma" devono rientrare per forza nei progetti delle Case per stare al passo con i tempi. Il Marchio coreano ha annunciato una collaborazione con Google - i due colossi starebbero lavorando insieme anche ad un'auto a guida autonoma - per snellire il processo con cui il proprietario dell'auto può dare comandi alla macchina. Come funziona? In pratica chi ha una Hyundai di ultima generazione che monta il sistema Blue Link può "svegliare" lo smarphone con il classico "Ok Google" e gestire impostazioni come la messa in moto, la temperatura a bordo e fare tutto ciò che prima veniva gestito con l'App di Hyundai.

Non poteva mancare la guida autonoma; durante il CES alcuni prototipi di Hyundai Ioniq saranno messi alla prova nelle strade vicino al Salone, mentre all'interno della fiera i visitatori potranno vivere l'esperienza della guida senza pilota con dei simulatori. Un'altra novità riguarda il rapporto tra mezzo e guidatore; il sistema "Healthcare Cockpit" controlla chi è dietro al volante e aiuta ad aumentarne la reattività o il relax, a seconda delle condizioni. Nelle proposte per il futuro c'è spazio anche per il mondo della riabilitazione e della mobilità: a Las Vegas vedremo i "robot indossabili". Si tratta di arti artificiali che servono ad aiutare chi ha problemi motori, Hyundai li chiama "esoscheletri".

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Hyundai , auto coreane


Top