dalla Home

Motorsport

pubblicato il 3 gennaio 2017

Dossier Speciale OmniAuto.it Peugeot 3008 VS Dakar

Dakar 2017, Al-Attiyah si aggiudica la prima prova

Tra colpi di scena e imprevisti la corsa regala tanto spettacolo

Dakar 2017, Al-Attiyah si aggiudica la prima prova
Galleria fotografica - Dakar 2017, tappa 1Galleria fotografica - Dakar 2017, tappa 1
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 1
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 2
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 3
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 4
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 5
  • Dakar 2017, tappa 1 - anteprima 6

Archiviata la festa di domenica sera davanti al palazzo del Governo di Asuncion che ha visto il Presidente Horacio Cartes fare da gran cerimoniere, l'edizione 2017 della Dakar ha preso finalmente il via questo lunedì dalla capitale del Paraguay sotto un sole cocente.Come normale che fosse, apripista per le auto è stato il vincitore 2016 Stéphane Peterhansel, che ha guidato la carovana per 415 km prima di lanciarsi in 39 km di speciale sulla sabbia destinazione Resistencia (Argentina). Complice proprio la casella di start il francese della Peugeot non è riuscito ad esprimersi al meglio ed infatti a fine giornata il suo crono è risultato soltanto il dodicesimo ad 1'34 dalla vetta.

Come è andata

A beneficiare invece della seconda posizione di pronti via e a segnare il primo scratch del massacrante raid sudamericano l'altrettanto esperto Nasser Al-Attiyah, quest'anno protagonista su Toyota Gazoo Racing, che tuttavia ha vissuto un brivido al termine della prova speciale quando a causa del surriscaldamento del freno anteriore destro sulla sua HiLux si è verificato un principio d'incendio. A far compagnia sul podio al driver del Qatar due iberici. In piazza d'onore a 24” la sorpresa Xavier Pons su Ford Ranger South Racing e a 29” Nani Roma su Toyota Overdrive. Quarto a 33” un altro spagnolo blasonato come Carlos Sainz su 3008 DKR e a 41” Giniel de Villers sulla Toyota gemella della #301, vittima in occasione dello shakedown di un preoccupante problema al propulsore (sono stati trovati trucioli di alluminio nel collettore) risolto con la sostituzione del radiatore e della pompa dell'acqua. A seguire due ex colleghi di WRC Sébastien Loeb su Peugeot a 55” e Yazeed Al-Rajhi su MINI a 1'06. Il cinque volte campione su due ruote Cyril Despres, trionfatore nella Silk Way lo scorso luglio con la vecchia 2008 DKR, si è attestato ottavo a 1'14. (altri aggiornamenti su Motorsport.com).

Ci sono anche gli italiani

Nono posto per il finlandese Mikko Hirvonen su MINI John Cooper Works Rally a 1'20 e decimo Erik Van Loon, dal lungo passato nella corsa anche su camion, a 1'22, su HiLux Overdrive. Undicesimo Orlando Terranova su MINI a 1'24; tredicesimo Romain Dumas su 3008 DKR RD Limited a 1'14; sedicesimo Martin Prokop su Ford F150 EVO a 2'16 e ventesimo Kahlid Al-Qassimi su 2008 DKR a 2'55. I gemelli De Lorenzo sono stati i migliori tra gli italiani. L'equipaggio #370 su Toyota ha chiuso sessantunesimo a 12'4 del leader. Martedì si riparte per la Resistencia – San Miguel de Tucuman. 275 km di speciale per 803 km complessivi.

La Classifica

1. Al-Attiyah (Qatar) / Baumel (Francia) Toyota Hilux 25'41
2. Pons (Spagna) / Garcia (Argentina) Ford Ranger +24”
3. Roma (Spagna) / Haro Bravo (Spagna) Toyota Hilux +29”
4. Sainz (Spagna) / Cruz (Spagna) Peugeot 3008 Dkr +33”
5. De Villiers (Repubblica Sudafricana) / Von Zitzewitz Toyota Hilux (Germania) +41"
6. Loeb (Francia) / Elena (Principato di Monaco) Peugeot 3008 Dkr +55"
7. Al Rajhi (Arabia Saudita) / Gottschalk (Germania) MINI John Cooper Works Rally + 1'06"
8. Despres (Francia) / Castera (Francia) Peugeot 3008 Dkr +1'14"
9. Hirvonen (Finlandia) / Perin (Francia) MINI John Cooper Works Rally + 1'20"
10. Van Loon (Olanda) / Rosegaar (Olanda) Toyota Hilux Overdrive + 1'22"

Dakar 2017, le tappe

➤ 2 Gennaio: da Asuncion (Paraguay) a Resistencia (Argentina) – 454 km
➤ 3 Gennaio: da Resistencia (Argentina) a San Miguel de Tucuman (Argentina) – 803 km
➤ 4 Gennaio: da San Miguel De Tucuman (Argentina) a San Salvador de Jujuy (Argentina) -780 km
➤ 5 Gennaio: da San Salvador de Jujuy (Argentina) a Tupiza (Bolivia) – 521 km
➤ 6 Gennaio: da Tupiza (Bolivia) a Oruro (Bolivia) – 692 km
➤ 7 Gennaio: da Oruro (Bolivia) a La Paz (Bolivia) – 786 km
➤ 8 Gennaio: Riposo a La Paz (Bolivia)
➤ 9 Gennaio: da La Paz (Bolivia) a Uyuni (Bolivia) – 622 km
➤ 10 Gennaio: da Uyuni (Bolivia) a Salta (Argentina) – 892 km
➤ 11 Gennaio: da Salta (Argentina) a Chilecito (Argentina) – 977 km
➤ 12 Gennaio: da Chilecito (Argentina) a San Juan (Argentina) – 751 km
➤ 13 Gennaio: da San Juan (Argentina) a Rio Cuarto (Argentina) – 759 km
➤ 14 Gennaio: da Rio Cuarto (Argentina) a Buenos Aires (Argentina) – 786 km

Autore: Chiara Rainis

Tag: Motorsport , dakar , dall'estero


Top