dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 30 dicembre 2016

Guidare in galleria, tre consigli utili

La nostra micro-guida per affrontare in sicurezza i tunnel

Guidare in galleria, tre consigli utili

Una galleria non è un posto che rilassa quando si guida. Prima di entrare e quando si è dentro, si può sempre avvertire un po' di timore, che sfocia nel panico nel caso di incidenti: ci si sente al chiuso, senza vie di fuga, il tutto respirando gas tossici e sentendo rumori sordi. Con la possibilità, inutile nasconderlo, che da un piccolo tamponamento fra due auto possa nascere qualcosa di più grave, con altri mezzi, magari pesanti. Senza considerare altre problematiche, legate alla luminosità e alla vista. Vediamo allora cosa fare prima del tunnel e una volta dentro, sulla scorta dei suggerimenti Anas.

Le "norme" base

1# Prima. Sarebbe meglio verificare, prima di entrare in galleria, il livello del carburante, accendere la radio e sintonizzatevi sulla stazione di informazioni sul traffico. Attivate gli anabbaglianti e togliete gli occhiali da sole. Fate inoltre attenzione al semaforo e alla segnaletica all'interno della galleria. Mantenete un'ampia distanza dal veicolo che precede rispettatando i limiti di velocità. Opportuno memorizzare dove sono i dispositivi d'emergenza come uscite e telefoni d'emergenza. In una galleria con traffico bidirezionale, orientatevi sempre rispetto al margine destro della carreggiata, non oltrepassate mai la linea di mezzeria. E non invertite mai la direzione di marcia; vietata la retromarcia. Solo in caso d'emergenza, fermatevi.

2# Guai. In caso di guasto o incidente, accendete le luci d'emergenza, parcheggiate il veicolo in una piazzola di sosta, sulla corsia d'emergenza o il più vicino possibile al margine destro della carreggiata. Spegnete il motore; indossate il giubbotto catarifrangente e lasciate il veicolo prestando attenzione al traffico veicolare. Avvertite i servizi di soccorso. Se siete soli (nessun passeggero), utilizzate preferibilmente il telefono d'emergenza, quando disponibile; comunque, c'è sempre lo smartphone (se prende). Ritornate al veicolo ed aspettate l'arrivo dei soccorsi al suo interno. Se la vostra auto prende fuoco, cercate di mettere al sicuro i passeggeri. Spegnete l'incendio solo se è allo stadio iniziale (combustione è facilmente controllabile). A uno stadio più avanzato, chiamate i soccorsi, lasciate intervenire il personale di soccorso, allontanatevi dall'incendio al più presto e abbandonate la galleria seguendo la segnaletica verde delle uscite di emergenza. Ci sono feriti? Avvertite immediatamente i soccorsi.

3# Rallentamenti. Se c'è coda, accendete le luci d'emergenza e, in caso di arresto, mantenete una distanza minima di sicurezza di 5 metri dal veicolo che precede; poi, spegnete il motore. Rimanete all'interno del mezzo; se potete, ascoltate i programmi di informazione sulla viabilità. Anche in questo caso, se vedete che ci sono feriti, avvertite i soccorsi.

Cosa cercare

In galleria, in caso di emergenza, sono preziose le piazzole di sosta, la stazione anti-incendio con gli estintori, la segnaletica verde con l'uscita di emergenza: fumo e fiamme possono essere micidiali, sia per voi sia per i passeggeri, specie per i bimbi e gli anziani, soggetti più deboli. In questi casi come non mai, serve una vista perfetta: ecco perché la condizione numero uno è la vostra efficienza psicofisica.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , viaggiare


Top