dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 dicembre 2016

Dossier Carburanti alternativi

Tesla, in arrivo i Supercharger per le ricariche "lampo"

La notizia è in un Tweet di Elon Musk. Si chiamerà V3

Tesla, in arrivo i Supercharger per le ricariche "lampo"
Galleria fotografica - Tesla Model S restylingGalleria fotografica - Tesla Model S restyling
  • Tesla Model S restyling - anteprima 1
  • Tesla Model S restyling - anteprima 2
  • Tesla Model S restyling - anteprima 3
  • Tesla Model S restyling - anteprima 4
  • Tesla Model S restyling - anteprima 5
  • Tesla Model S restyling - anteprima 6

Elon Musk ha annunciato che Tesla ha in lavorazione una nuova generazione di Supercharger. Viaggiare in elettrico ha come limite quello dei lunghi tempi di ricarica, ed è proprio su questo fattore che l'azienda sta lavorando. Ad oggi attraverso le rete ufficiale di colonnine Supercharger è possibile ricaricare circa l'80 % delle batterie in 40 minuti; un tempo ragionevole, ma ancora lontano dal rifornimento "vecchio stampo". La nuova generazione, chiamata V3 in un Tweet dello stesso Musk, dovrebbe arrivare a potenze superiori ai 350 kW che lui stesso definisce da "giocattolo per bambini". Si parla di ricariche brevi da quattro o cinque minuti.

Oggi in Italia ci sono 18 stazioni Supercharger (769 in tutto il mondo) che consentono di ricaricare gratuitamente la propria Tesla. Questo "privilegio" però ha durata breve. A partire da gennaio 2017 infatti chi acquista una Tesla dovrà pagare per caricare le batterie anche attraverso le rete ufficiale, ma non si conoscono ancora le tariffe. La nuova strategia commerciale del marchio ha preso una strada decisa; auto più economiche ma rifornimenti a pagamento. Ultimamente questa politica di ottimizzazione ha portato anche a disincentivare l'utilizzo come parcheggio dello spazio dedicato alla ricarica: passati cinque minuti dalla ricarica completa scatta un tariffario per l'occupazione del posto.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , Tesla , auto americane , auto elettrica


Top