dalla Home

Attualità

pubblicato il 22 dicembre 2016

Autostrade, la Salerno-Reggio Calabria è finita (o quasi)

Dopo 61 anni di lavori è stato chiuso l’ultimo cantiere, ma si riparte con un progetto da 20 milioni di euro

Autostrade, la Salerno-Reggio Calabria è finita (o quasi)

I lavori sulla Salerno-Reggio Calabria sono finiti, l’ultimo cantiere è stato chiuso oggi. Con l'apertura al traffico della Galleria Larìa (Cosenza) i lavori sono stati definiti “conclusi” e la A3 Salerno-Reggio Calabria è ora tutta percorribile a tre e due corsie per senso di marcia “con standard autostradali”. La notizia ha una risonanza mediatica importante, perché i lavori sono cominciati 61 anni fa e la questione è stata così complicata che la Salerno-Reggio Calabria è diventata nell’immaginario collettivo italiano una sorta di “mito”, per le sue lunghe file e i cantieri sempre aperti. La fine dei lavori era stata annunciata per oggi dall’ex premier Matteo Renzi ed era stato persino avviato un conto alla rovescia online con un hashtag ufficiale (#A3EsodoZeroCantieri). Non c’è quindi da meravigliarsi se alla cerimonia odierna hanno partecipato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e il Presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani. L’ammodernamento però non è finito, anzi. Proprio la Salerno-Reggio Calabria sarà la prima smart road italiana.

La Salerno-Reggio Calabria sarà “smart” (grazie a 20 milioni)

Finito un capitolo per la Salerno-Reggio Calabria se ne apre subito un altro. Come avevamo anticipato qualche tempo fa, proprio questo tratto di strada farà da apripista alle Smart Road in Italia. Le Smart Road sono quelle strade di ultima generazione che dialogano con le auto e che sono necessarie per la guida autonoma (l’auto che si guida da sola...). La gara d’appalto per che prevede la fornitura e la posa in opera di sistemi e postazioni per l'implementazione di infrastrutture tecnologiche avanzate per l'infomobilità e la sicurezza sull'intero itinerario è già in fase avanzata ed ha un valore di ben 20 milioni di euro. Il piano di interventi indica il 2020 come anno di “fine lavori”. E poi ci sono altri cantieri in vista.

Gli altri appalti

Oltre al progetto Smart Road per la Salerno-Reggio Calabria è previsto anche altro. L’Anas, d'intesa con il Governo e il Ministero delle Infrastrutture e trasporti, ha già avviato un Piano di manutenzione da oltre 1 miliardo di euro per la realizzazione di interventi su un tratto di 58 km compreso tra le province di Cosenza e Vibo Valentia, in tratti già caratterizzati da quattro corsie e standard autostradali. Il piano è stato già interamente finanziato. Inoltre, l’Anas ha pensato di creare un luogo di preghiera dedicato a tutte le confessioni del Mediterraneo, dove onorare la memoria di quanti hanno perso la vita lavorando alla realizzazione dell'A3 nel corso di entrambe le fasi storiche: dal 1962 al 1972, periodo della sua realizzazione, e dal 1998 al 2016, durata del suo ammodernamento. Questo luogo di preghiera sorgerà a Villa San Giovanni, in un'area di proprietà di Anas che simboleggia la porta d'ingresso al continente e che collega l'autostrada agli imbarchi per la Sicilia. Il bando di gara, per la progettazione definitiva ed esecutiva del progetto, per un importo complessivo delle opere stimato in circa 3 milioni e mezzo di euro, è stato pubblicato a fine ottobre. L'analisi delle offerte è in corso.

Salerno-Reggio Calabria, finiti i lavori

Il 22 dicembre si completano i lavori di ammodernamento lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria. In programma un viaggio in pullman per percorrerla interamente con alcune tappe sulle opere più significative #Anasontheroad #22dicembre.

Autore:

Tag: Attualità , infrastrutture


Top