dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 23 dicembre 2016

Frenata d’emergenza in auto con ABS, come si fa

Vi spieghiamo qualche piccolo trucco per affrontare una situazione critica

Frenata d’emergenza in auto con ABS, come si fa

Non abbiamo di certo la pretesa di dare la ricetta magica per la frenata perfetta con l'ABS (quello che tutti conoscete, il sistema antibloccaggio, obbligatorio su tutte le auto di nuova immatricolazione vendute in Europa a partire dal 1° luglio 2004). Che non esiste, anche perché entrano in gioco decine di fattori, da elaborare in una sola formula: velocità dell’auto, qualità dell’asfalto, tipo di vettura, caratteristiche e condizioni del guidatore, sensibilità del piede sul pedale del freno, capacità di reazione di fronte all’ostacolo improvviso. Senza contare usura degli pneumatici, dispositivi tecnologici e tutte le variabili legate al maltempo (acqua, ghiaccio, terriccio, olio e sporchi vari). Tuttavia, è possibile almeno fornire qualche indicazione di massima, valida quasi sempre (possono esistere eccezioni legate a uno specifico contesto).

Tre punti

#1. Giù tutto. Il primo suggerimento allora è facile, come ben saprete: pestare a tutta forza sul pedale del freno in caso di emergenza. L'elettronica evita i bloccaggi delle ruote, e ripartisce in ogni istante la forza frenante sull'asse che ha più aderenza.

#2. Frizione. Quasi sempre, è opportuno premere anche la frizione: così "liberate" le ruote motrici da forze (quelle generate dal motore) che potrebbero allungare gli spazi di arresto. Si impedisce che il motore spinga, gravando ulteriormente il compito dell'impianto. Inoltre, in questo modo, il motore non si spegne lasciandovi in condizioni di emergenza con un crollo di pressione dei freni, senza servo e a veicolo fermo. Infine, il motore non farà sobbalzare la macchina appena si è quasi fermi.

#3. Girare. Talvolta, frenare non è sufficiente. È necessario anche scartare l'ostacolo. Il classico caso è la frenata in autostrada, con la fila di auto rallenta d’improvviso. Andate allora sulla corsia più libera, dove magari c'è qualche metro in più prima di giungere alla “barriera” di vecoli. Ricordate che l'ausilio dell'ABS, prevenendo il bloccaggio delle ruote, non preclude la direzionalità della vettura. Risultato: non abbiate remore ad applicare la massima forza frenante quando cambiate direzione; l'auto seguirà comunque la traiettoria che avete impostato con lo sterzo.

Doppio aiuto tecnologico

Oltre all’ABS, ci sono numerosi dispositivi di sicurezza per la frenata. Fra questi, la frenata automatica d’emergenza. Si va da quelli meno evoluti (telecamerina e sensori) a quelli più sofisticati, con tanto di radar per monitorare meglio la situazione. Parliamo del cruise control adattivo, capace di mantenere una velocità di crociera e ridurre l’uso dell’acceleratore, e di modificare costantemente la velocità in base alle circostanze stradali.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , sicurezza stradale


Top