dalla Home

Attualità

pubblicato il 21 dicembre 2016

Dossier Dieselgate, lo scandalo dopo il caso Volkswagen

Dieselgate Volkswagen, accordo USA da 225 mln di dollari per i 3.0 TDI

Il gruppo tedesco versa la cifra in un apposito fondo e richiama 83.000 auto

Dieselgate Volkswagen, accordo USA da 225 mln di dollari per i 3.0 TDI
Galleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandaloGalleria fotografica - Volkswagen, i protagonisti dello scandalo
  • Volkswagen Passat Variant 2010 - anteprima 1
  • Volkswagen Golf VI - anteprima 2
  • Martin Winterkorn    - anteprima 3
  • Matthias Muller	   - anteprima 4
  • Volkswagen, i protagonisti dello scandalo - anteprima 5
  • Motore Volkswagen TDI   - anteprima 6

Nell'ambito dell'ormai famoso scandalo emissioni Dieselgate la Volkswagen ha raggiunto un accordo con le autorità USA per risolvere anche il problema delle circa 83.000 vetture dotate di motore 3.0 V6 TDI. L'intesa siglata fra il gruppo Volkswagen, l'agenzia per la protezione dell'ambiente (EPA) e lo stato della California prevede che il colosso dell'automobile versi 225 milioni di dollari (216,5 milioni di euro al cambio odierno) in un apposito fondo di indennizzo e richiami 63.000 veicoli, oltre a modificare, riacquistare o chiudere i contratti di leasing di altri 20.000 vetture più vecchie.

63.000 Audi , Porsche e Volkswagen da richiamare

Il nuovo patto siglato in America con la formula della sentenza consensuale prevede appunto che circa il 75% delle auto motorizzate col 3.0 V6 TDI sia portati in officina per far rientrare le emissioni allo scarico entro i limiti dell'omologazione, cosa che non avveniva invece con l'ormai noto software truccato. Nello specifico a ricadere nella nuova campagna di richiamo sono le 63.000 vetture fra Audi, Porsche e Volkswagen dotate del turbodiesel di seconda generazione anno modello 2013-2016; qualora il problema delle emissioni non potesse essere risolto in officina, il gruppo tedesco si impegna a riacquistare o risolvere i contratti di leasing.

Altri 25 milioni di dollari per l'auto elettrica

Per i modelli più vecchi, ovvero i quasi 20.000 motori 3.0 TDI di prima generazione montati sulle Audi e Volkswagen anno modello 2009-2012 è invece previsto solo il riacquisto o la risoluzione dei leasing. Sulla base dello stesso accordo Volkswagen si impegna anche a versare 25 milioni di dollari (24 milioni di euro) al California Air Resources Board (CARB) per supportare l'uso e la diffusione di auto a zero emissioni nel "Golden State". Qui sotto trovate invece l'elenco dei modelli con motore 3.0 V6 TDI coinvolti nella campagna di richiami e riacquisti.

3.0 TDI, i richiami USA

➤ VW Touareg
2009-2016
➤ Porsche Cayenne
2013-2016
➤ Audi
2014-2016
➤ Audi A7
2014-2016
➤ Audi A8
2014-2016
➤ Audi A8L
2014-2016
➤ Audi Q5
2014-2016
➤ Audi Q7
2009-2015

Autore:

Tag: Attualità , auto americane , auto europee , dall'estero , richiami , usa


Top