dalla Home

Novità

pubblicato il 16 dicembre 2016

Nissan Electric Café, qui si paga con l'energia

Aperto a Parigi il locale eco sostenibile dove carta di credito e contanti non servono a nulla

Nissan Electric Café, qui si paga con l'energia
Galleria fotografica - Nissan Electric Café a ParigiGalleria fotografica - Nissan Electric Café a Parigi
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 1
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 2
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 3
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 4
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 5
  • Nissan Electric Café a Parigi - anteprima 6

"Un caffè per favore! Sono 30 Watt, grazie". Sì, al Nissan Electric Café di Parigi le consumazioni si pagano con l'energia. Ci si può tranquillamente dimenticare della carta di credito o dei contanti perché per il marchio giapponese la moneta di scambio è solo l'energia. Un fulmine per identificare la valuta e tanta tecnologia concentrata in un piccolo locale nel cuore dell capitale francese, che ha tanto da dimostrare. La mobilità sostenibile secondo Nissan è più semplice e più alla portata di quanto si possa pensare e l'inaugurazione avvenuta ieri sera di questo pop-up café celebra il traguardo di 3 miliardi di km percorsi dai possessori di Nissan Leaf di tutto il mondo. Questo dato non è insignificante, anzi, perché vuol dire che sono finite 500.000 tonnellate di C02 in meno nell'aria.

Questione di mentalità

Per il momento l'apertura al pubblico di questo locale "pieno d'energia" è limitata, e sarà possibile pagare con i watts solo fino al 18 dicembre, ma il concetto fondante di questa iniziativa sta nella mentalità che, secondo Nissan, deve prendere piede affinché l'auto elettrica che è solo la punta dell'iceberg della mobilità sostenibile, possa avere un senso concreto. All'interno del locale esistono differenti modalità per produrre energia e pagare il conto, come ad esempio dei pedali simili a quelli di una bicicletta posti sotto il bancone (Cyclette WeWatt grazie al quale l'energia cinetica diventa meccanica e quindi è trasformata in energia). L’apertura del Nissan Electric Café segue il lancio di Electrify The World, una nuova piattaforma digitale e forum di discussione dove Nissan, tramite i social media e il web, si rivolge al pubblico europeo per promuove nuovi dibattiti sulla sostenibilità e gli stili di vita a impatto zero.

Come funziona

Se si è abbastanza allenati si può bere senza mettere mano al portafogli, ma la punta di diamante del locale parigino è la tecnologia xStorage sviluppata dall'azienda Eaton in collaborazione con Nissan. Si tratta di un sistema di stoccaggio composto da batterie nuove o di seconda mano (quelle delle auto in disuso ad esempio) e permette di gestire al meglio l'energia che si produce e quindi si accumula. Questo sistema, oltre ad essere presente nel Nissan Electric Café, è disponibile in prevendita (e nella versione Home) per il Regno Unito, la Francia, la Norvegia e per la Germania. Ultimo, ma di una rilevanza notevole, il pavimento Pavegen che è pensato per generare elettricità sfruttando la pressione del piede. Un piccolo locale come il Nissan Electric Café, può essere lo stimolo per un nuova concezione della produzione d'energia.

Galleria fotografica - Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casaGalleria fotografica - Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 1
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 2
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 3
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 4
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 5
  • Nissan Leaf riutilizza le sue batterie nella casa - anteprima 6

Autore: Lorenzo Catini

Tag: Novità , auto elettrica , auto giapponesi


Top