dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 dicembre 2016

Le Audi leggono i semafori di Las Vegas

Il servizio Online Traffic Light Information per sfruttare l'onda verde è disponibile su A4, A4 allroad e Q7

Le Audi leggono i semafori di Las Vegas
Galleria fotografica - Le Audi leggono i semafori di Las VegasGalleria fotografica - Le Audi leggono i semafori di Las Vegas
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 1
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 2
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 3
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 4
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 5
  • Le Audi leggono i semafori di Las Vegas - anteprima 6

Gli Stati Uniti si confermano "la patria" del semaforo. Per chi infatti non lo sapesse, sebbene un primo esempio venne esposto a Londra, il primo semaforo ad illuminazione elettrica fu installato a Cleveland e a New York debuttò il semaforo a tre luci. Adesso, che il sistema è completamente digitalizzato, le case auto lo sfruttano per sperimentare soluzioni tecnologiche interessanti, come ad esempio Audi che a Las Vegas ha lanciato per i modelli A4, A4 allroad e Q7 il servizio “Online Traffic Light Information”. L’obiettivo è dettare all’automobilista i tempi giusti per incontrare l’onda verde e fluidificare il traffico. Per riuscirci l’auto interagisce con l’infrastruttura, grazie alla tecnologia V2I (vehicle-to-infrastructure) e ad una connessione 4G LTE.

Proprio perché è necessaria una gestione dei semafori del tutto digitale questo sistema ci metterà un bel po’ prima di approdare nelle nostre città. In pole position potrebbe esserci Verona, dove il Gruppo tedesco ha già condotto alcune sperimentazioni. Inoltre non si tratta di un caso isolato. E’ bene infatti ricordare che anche altri costruttori stanno lavorando ad idee simili in cui l’auto dialogherà sempre di più con l’ambiente circostante. E’ una prerogativa importante anche per lo sviluppo della guida autonoma, che ha forti legami con le infrastrutture.

Autore:

Tag: Curiosità , Audi , dall'estero


Top