dalla Home

Attualità

pubblicato il 28 dicembre 2007

Saic ha sposato Nanjing

Dall'unione cinese è nato un colosso che cambierà il mercato dell'auto

Saic ha sposato Nanjing

Dopo l'auto in vendita al supermercato, adesso è la volta di un matrimonio cinese destinato a rivoluzionare il mercato dell'automobile. Due società rivali infatti hanno messo da parte gli antichi dissapori per creare un colosso capace di guardare negli occhi i più grandi protagonisti del settore automobilistico. Ecco i nomi: Nanjing Automobile Group (NAC) e Shanghai Automotive Industry Corporation (Saic Motor).

La prima società, nota nel nostro paese anche a causa della joint venture con Fiat per la produzione di autovetture (una partnership ancora viva per quanto riguarda i veicoli commerciali Iveco), avrà una quota del 4,9% di Saic Motor per un valore di 320 milioni di dollari. Dall'altro lato, la Saic ha investito nella fusione 2,09 miliardi di yuan, pari a 285,7 milioni di dollari, per le attività di componentistica di Nanjing, produttore del marchio Mg.

Riguardo al divorzio Fiat-NAC "si è trattato una scelta che ci permetterà di muoverci in piena libertà per concentrarci sul piano di ristrutturazione del nostro business dell'auto in Cina", ha commentato l'Amministratore Delegato del Gruppo Fiat, Sergio Marchionne. "NAC rimane per noi un partner di grande rilievo nel campo dei veicoli commerciali, inoltre a seguito della fusione annunciata oggi con SAIC, che a sua volta è un importante partner del Gruppo Fiat nei settori dei veicoli industriali pesanti, delle macchine agricole e della componentistica, i nostri business in Cina non potranno che rafforzarsi ulteriormente".

Che il mercato cinese sia "una tappa fondamentale del progetto di espansione delle attività automobilistiche nel mondo" non lo crede soltanto Fiat. Molto recente è infatti la notizia dell'apertura della seconda fabbrica Kia in questo paese, così come quella di Pirelli, che ha additittura dedicato alle bellezze di questa terra il suo Calendario 2008.

Autore:

Tag: Attualità , auto cinesi


Top